Milano – Nell’ambito di una iniziativa voluta da Peugeot Italia per rammentare ai dipendenti di tenere sempre bene a mente le priorità ambiente, salute e sicurezza,tre soggetti al mese, per un anno intero, hanno accompagnato i collaboratori nel lavoro quotidiano, regalando momenti di riflessione e “pillole” di saggezza da applicare alla vita quotidiana. In totale, sono stati sviluppati trenta soggetti di campagna, divisi per dieci temi principali, spesso complessi e delicati: sicurezza stradale, droga e alcol, risparmio energetico, alimentazione, attività fisica, emergenze, pandemie influenzali, fumo, stress, riciclo. Ogni soggetto, declinato in poster, cartoline e segnalibro, conteneva 10 consigli pratici per ogni singolo tema: suggerimenti di vita quotidiana per ridurre lo spreco, agire in sicurezza e condurre un’esistenza più sostenibile. La campagna è stata promossa dal Servizio Benessere e Sicurezza di Peugeot Italia che si occupa di migliorare le condizioni di vita nell’ambiente di lavoro, interpretando al meglio le normative sulla sicurezza del lavoro che, dall’introduzione della famosa 626, hanno di fatto cambiato l’impostazione della filosofia di intervento, passando da un meccanismo “riparatorio” ad uno focalizzato sulla prevenzione e informazione. In Peugeot Italia, dove la sicurezza è sempre stata una priorità, è stato facile il passaggio da un sistema di “regole” ad uno incentrato principalmente sulle persone. Lo stesso Gruppo PSA ha fatto suo il principio della sicurezza sul lavoro: ogni collaboratore, così come chiunque intervenga nei suoi stabilimenti e uffici, deve operare in condizioni di assoluta sicurezza, senza rischi per la propria salute; non può esserci progresso continuo senza garantire la sicurezza e la salute dei collaboratori. Per il Leone, l’unico obiettivo possibile è “zero incidenti” sul lavoro e “zero malattie professionali”. Ogni uomo e donna del Gruppo, quindi, deve essere guidato da tre principi manageriali: esemplarità applicando e facendo applicare le regole, vigilanza senza scendere a compromessi nell’identificare i rischi, reattività affrontando senza indugio ogni situazione a rischio. (ore 15:36)