Lugano – Franco Fusignani, amministratore delegato di CNH International SA, insieme ad Alessandro Nasi, senior vice president Business Development di CNH hanno siglato un accordo con Sergey Kogogin, direttore generale di OJSC KAMAZ, e Timur Nuriakhmetov, direttore generale di CNH-KAMAZ Industry LLC, nel corso di una cerimonia ufficiale svoltasi nella sede generale di CNH International a Lugano in Svizzera.
La firma fa seguito all’accordo preliminare formalizzato lo scorso ottobre da Sergio Marchionne, Cchairman di CNH Global NV e amministratore delegato di Fiat, e da Sergey Chemezov, direttore generale di Rostechnologii, alla presenza di Vladimir Putin, Primo Ministro della Federazione Russa.
La partecipazione azionaria della nuova società, che si chiamerà CNH-KAMAZ Industrial BV, sarà equamente ripartita al 50% tra CNH e KAMAZ. Lo stabilimento di produzione della nuova joint-venture sarà ubicato presso la sede generale di KAMAZ a Naberezhnye Chelny, 1.000 km a est di Mosca nella Repubblica del Tatarstan. Lo stabilimento occuperà una superficie di oltre 50.000 mq e produrrà macchinario destinato inizialmente al mercato interno russo e successivamente ai mercati di altri paesi della Confederazione degli Stati Indipendenti (CSI). L’investimento iniziale previsto in 70 milioni di dollari consentirà una capacità produttiva annua di 4.000 unità, di cui faranno parte una famiglia di mietitrebbia da 300 cavalli (cv), due serie di trattori nella fascia di potenza da 300 a 535 cv e macchine per le costruzioni. Ai sensi dell’accordo, CNH metterà a disposizione alcuni modelli e alcune tecnologie New Holland e integrerà lo stabilimento di Naberezhnye Chelny all’interno della propria rete mondiale di infrastrutture produttive. Inizialmente, CNH concentrerà le attività di produzione sui modelli dei marchi New Holland Agriculture e New Holland Construction, compresi i componenti e gli attrezzi.
La produzione, che sarà in linea con il know-how e agli standard di qualità adottati da CNH in tutto il mondo, inizierà immediatamente per le macchine agricole ed entro la fine dell’anno per le terne New Holland Construction. Il nuovo stabilimento sarà operativo nel quarto trimestre del 2010, ma il montaggio delle prime macchine inizierà già nell’aprile 2010.
Nei prossimi mesi verrà costituita anche una joint-venture commerciale di supporto al marketing e alla distribuzione delle macchine prodotte nel nuovo stabilimento. Il completamento di queste operazioni è subordinato all’approvazione normativa da parte dell’Ente Antitrust della Federazione Russa (FAS).
<<Con questa joint-venture puntiamo a incrementare notevolmente la nostra presenza in Russia. Prevediamo che questa alleanza possa favorire l’economia locale attraverso l’utilizzo delle tecnologie avanzate di CNH e migliorare la produttività in uno dei mercati più importanti del mondo>>, ha dichiarato Franco Fusignani, amministratore delegato di CNH International SA.
Sergey Kogogin, direttore generale di OJSC KAMAZ, ha aggiunto <<Abbiamo cominciato a realizzare i nostri piani. Gli utilizzatori di macchine agricole e per le costruzioni in Russia saranno presto in grado di comprare i prodotti di alta qualità e tecnologia della CNH prodotti presso la nostra joint venture>>. (ore 16:00)