Milano – Inaugurata al Palazzo dell’Arte a Milano, le terza interpretazione del Triennale Design Museum dal titolo “Quali cose siamo”, a cura di Alessandro Mendini e allestita sulla base di un concept formulato da Pierre Charpin. Realizzato con il contributo di MINI, Exhibition Partner del Triennale Design Museum, l’allestimento di Charpin è l’ultimo di una serie di tre.
A seguito dell’accordo siglato nel 2007, MINI collabora con la Fondazione Triennale di Milano sostenendo economicamente l’allestimento degli spazi interni del Museo del Design inaugurato il 6 dicembre 2007 alla presenza del Capo dello Stato.
Il “nuovo” Triennale Design Museum – che inaugura oggi e apre al pubblico da domani sabato 27 Marzo – è stato affidato dalla Fondazione Triennale di Milano al minimalismo poetico e concettuale dell’artista e designer parigino Pierre Charpin e al puntiglioso e sorprendente enciclopedismo di Alessandro Mendini, architetto e designer milanese, curatore scientifico dell’intero progetto. L’Atelier Mendini, di cui sono titolari Alessandro e il fratello Francesco, ha recentemente progettato l’edificio che ospita la nuova sede della Triennale di Milano a Incheon in Corea inaugurata lo scorso settembre.
All’interno del museo continuano a vivere i due spazi permanenti: Teatro Agorà e MINI & Triennale Creative Set. Il primo, progettato da Italo Rota e interamente realizzato in legno, ospita eventi, conferenze, e performance. MINI & Triennale Creative Set è invece una galleria dalle caratteristiche architettoniche neutre e flessibili progettata da Antonio Citterio per accogliere mostre temporanee di giovani designer emergenti e che dal 13 aprile al 26 maggio ospiterà il MINI Countryman Set, un seducente percorso attraverso gli elementi iconici dell’ultima nata in casa MINI. (ore 12:34)