Roma – Si è chiusa la “sperimentazione” londinese del nuovo Fuso Canter di Daimler Trucks, iniziata ad Agosto 2008.
Dieci autocarri leggeri con un innovativo sistema di trazione ibrida hanno percorso un totale di circa 263.700 km in condizioni di reale utilizzo per otto diversi Clienti. Il test fa parte dell’iniziativa globale “Shaping Future Transportation” di Daimler Trucks che comprende la sperimentazione di sistemi di propulsione puliti ed efficienti, carburanti alternativi, soluzioni tecniche e tecnologiche per rendere reale la prospettiva dell’autocarro ad emissioni zero.
Anche se il test di flotte del Fuso Canter Eco Hybrid è giunto alla “fine del primo tempo”, per i dieci autocarri leggeri non è prevista alcuna pausa di riposo: i veicoli continuano, infatti, come sempre a circolare ogni giorno, percorrendo tra 400 e 2.800 km in un mese. In totale, nell’arco di 18 mesi, questi autocarri hanno percorso più di un quarto di milione di chilometri. I risultati ottenuti permettono già di concludere: la trazione ibrida funziona in modo stabile e senza problemi. Questo riguarda sia l’affidabilità di tutti i componenti specifici del sistema ibrido, incluso la modernissima batteria agli ioni di litio, sia i consumi registrati sulla base di un utilizzo continuativo.
Il Fuso Canter Eco Hybrid rappresenta una pietra miliare fondamentale sulla strada della trazione ad emissioni zero per i veicoli industriali. Sulla base delle esperienze raccolte con un numero di veicoli che presto arriverà a 1.000 in circolazione su tre continenti, Daimler Trucks porta avanti – in maniera intensiva e in condizioni reali di utilizzo – lo sviluppo di autocarri leggeri a trazione ibrida.
Londra è stata scelta, non a caso, come scenario per la più grande sperimentazione di flotte di autocarri ibridi mai avviata in Europa. Con circa otto milioni di abitanti nel centro urbano e quasi 14 milioni di residenti nella regione, la capitale britannica è la più grande città dell’Unione Europea ed una delle più importanti metropoli internazionali, il ché, ovviamente, ha il suo costo in termini di inquinamento.
Per ridurre l’inquinamento nel centro urbano, Londra ha introdotto nel 2003 un pedaggio di accesso alla City (London Congestion Charge), esteso quattro anni dopo ad altri 22 quartieri della città. Le zone corrispondenti sono contrassegnate da cartelli con una grande “C” cerchiata di rosso.
Il risparmio di carburante nel test di flotte londinese risulta inferiore rispetto ai veicoli di serie della gamma Canter Eco Hybrid in Giappone. Qui si prevede, infatti, una riduzione dei consumi compresa in una fascia del 10-30% circa. La causa di tutto ciò risiede nelle diverse condizioni di impiego: oltre le caratteristiche delle strade Europee, in Giappone il Canter Eco Hybrid viene utilizzato in prevalenza con un peso totale a terra di 5,5 e 6,5 t, a Londra – per diverse esigenze locali – circolano le versioni con un peso complessivo di 7,5 t. (ore 13:00)