Canberra, Australia – Renault-Nissan si muovono di alleanza in alleanza, dopo quella siglata reciprocamente e con Daimler ora le due Case automobilistiche ne hanno sottoscritta una con il governo dell’Australian Capital Territory (ACT) volta a studiare lo sviluppo di un programma di mobilità a emissioni zero.
Le due parti hanno siglato un Memorandum d’intesa secondo cui un team composto da rappresentanti del governo ACT e di Nissan lavorerà per individuare aree di potenziale collaborazione nella promozione dell’uso di veicoli a emissioni zero nel Territorio.
“Oggi Nissan è orgogliosa di collaborare con il governo ACT a seguito della firma di questo Memorandum,” ha affermato Dan Thompson, CEO di Nissan Australia. “La tecnologia per una mobilità a emissioni zero è una realtà e noi siamo pronti a esplorare nuove vie per portare questa tecnologia sul mercato anche grazie alla collaborazione del governo.”
“La nostra società è leader mondiale nella progettazione e produzione di una vettura familiare alimentata a batterie, che intendiamo commercializzare in Australia entro il 2012. L’annuncio della firma di un Memorandum d’intesa strategico con il governo dell’Australian Capital Territory avvicina ancora di più il momento della concretizzazione di questa realtà,” ha continuato Thompson. “Riconoscendo l’importanza della sostenibilità, Nissan è determinata a ridurre le emissioni di CO2 ed è pronta ad affiancare i vari governi in questa importante impresa.”
“Il Memorandum d’intesa che abbiamo sottoscritto con l’Alleanza Renault-Nissan ci permetterà di intavolare un dibattito formale con un’azienda leader nel campo della tecnologia per veicoli elettrici e di vagliare tutte le possibili soluzioni per l’introduzione degli EV sul nostro territorio” ha spiegato il Premier dell’ACT, Jon Stanhope. “La riduzione delle emissioni di anidride carbonica attraverso l’adozione dei veicoli elettrici può rappresentare un passo importante nella strada verso il contenimento del nostro impatto sull’ambiente e verso l’obiettivo che ci siamo prefissati: azzerare le emissioni di CO2 nel territorio dell’ACT entro il 2060.” ha concluso Stanhope.
L’Alleanza ha sottoscritto accordi con governi, amministrazioni cittadine e altre organizzazioni in tutto il mondo, per esempio in Giappone, Stati Uniti, Europa e Asia, al fine di promuovere l’uso dei veicoli elettrici a livello globale. (ore 18:30)