Milano – Dopo diversi mesi di intensa collaborazione è stato presentato il nuovo motorhome Rimor su base AL-KO, con l’importante novità di aver acquisito un  posto in più in omologazione rispetto alla versione su telaio originale Fiat. Il progetto è stato avviato lo scorso inverno e ha impegnato entrambe le aziende in una sfida importante: alleggerire il motorhome Rimor Nemho e permettere quattro posti omologati. Un obbiettivo perfettamente coerente con la disponibilità di posti letto che in entrambi i modelli in produzione prevede due matrimoniali. Infatti, oltre al letto basculante nella zona anteriore presente sui due allestimenti, il 30 F dispone di un matrimoniale alla francese, mentre il 30 G adotta un matrimoniale trasversale in coda che sovrasta un capace gavone garage. Anche la dinette è studiata per l’accoglienza di un equipaggio numeroso. Così, seppur progettando un telaio che non ha il caratteristico ribassamento, AL-KO ha fornito una soluzione tecnica che permette un  risparmio di peso sufficiente a guadagnare i chilogrammi necessari per poter omologare un posto in più: il quarto. Un risultato conseguito grazie alla particolare tecnologia costruttiva del telaio AL-KO, che adotta dei fori di alleggerimento nei longheroni in grado di ridurre notevolmente il peso complessivo dello chassis, e merito anche di uno studio sulle varie fasi di assemblaggio che ha permesso di risparmiare altri chilogrammi. Il telaio, benché più alto rispetto al normale AL-KO Amc, dispone di carreggiata allargata a beneficio di una migliore tenuta di strada e stabilità.
Il motorhome Nemho con telaio AL-KO per la stagione 2010-2011 è stato presentato alla stampa, ai concessionari e agli utenti finali nel corso del Rimor Day 2010, un evento organizzato dal 28 al 31 maggio a San Gimignano da Rimor Autocaravans. Unanime il verdetto degli addetti ai lavori e degli esperti che ha promosso a pieni voti questa evoluzione tecnica e funzionale. (ore 12:40)