Milano  – Navteq, fornitore leader mondiale di dati cartografici digitali, dati di traffico e contenuti per la navigazione stradale, la  localizzazione e i servizi pubblicitari mobili, ha annunciato un ampliamento consistente del database dei dati di traffico che consente l’elaborazione di previsioni sulla formazione di ingorghi stradali. Navteq Traffic Patterns copre ora tutte le strade di 18 Paesi europei  e registra un aumento del 1200% della copertura in un solo anno. Per gli utenti, questo ampliamento è particolarmente importante perché significa poter evitare quei luoghi e quei giorni o orari della settimana in cui si formano tipicamente gli ingorghi stradali,  e quindi di giungere più velocemente a destinazione.
Navteq Traffic Patterns è un database completo che contiene informazioni sulle velocità medie di scorrimento del traffico in determinate strade o tratti stradali. Il database è messo a punto con l’ausilio di dati storici aggregati e verificati provenienti da una varietà di fonti nazionali e internazionali, trasmettitori GPS e sensori, raccolti ogni mese da oltre tre milioni di punti di rilevamento privati e commerciali sparsi in tutto il mondo. Avvalendosi di questi dati sulle condizioni tipiche del traffico, i sistemi di navigazione possono calcolare gli itinerari che permettono di evitare i tratti normalmente più congestionati della rete stradale in un determinato orario o giorno della settimana.  La nuova copertura della rete stradale consente di inserire nei calcoli degli itinerari le tempistiche della normale attività di traffico su tutte le strade, dalle autostrade alle vie urbane.  Le applicazioni di navigazione possono utilizzare queste informazioni per prevedere in maniera realistica le velocità di scorrimento del traffico su qualsiasi tratto di strada in determinati orari o giorni, in modo da fornire agli automobilisti stime più precise dei tempi di percorrenza.
Il database comprende:
• copertura internazionale completa e senza soluzione di continuità di 18 Paesi;
• dati relativi a tutte le strade, dalle autostrade alle vie urbane;
• dati per entrambi i sensi di marcia; 
• modelli individuali di traffico in ciascun giorno della settimana;
• valori di velocità del traffico rilevati nelle 24 ore a intervalli di 15 minuti, per avere informazioni affidabili in tutti i momenti della giornata;
• flessibilità dei dati per garantire l’adattabilità ad applicazioni specifiche. (ore 15:45)