Roma – Tecnici ed ingegneri prendono spesso esempio dalla natura. La struttura dei favi degli alveari è l’ultima ispirazione di Daimler. Le api utilizzano i favi non soltanto per immagazzinare il miele, ma anche per proteggere il loro alveare. Gli ingegneri Daimler hanno sfruttato questa idea di origine biologica per creare una struttura a nido d’ape di nuova concezione che, grazie ad un innovativo processo di produzione, consente di realizzare componenti in materiale leggero a costi competitivi.
Il progetto “Papierwabenkern im Sandwichverbund” (celle a nido d’ape in carta con struttura a sandwich) è valso a Daimler il Materialica Award 2012 nella categoria “Best of CO2 Efficience”. Nel 2013 Mercedes-Benz avvierà la produzione in serie di una cappelliera il cui modulo costruttivo si basa su questo principio: si tratta del primo esperimento di componente funzionale in materiale leggero destinato all’abitacolo di una vettura.