Tokyo – Nissan ha annunciato di avere messo a punto insieme all’agenzia giapponese per l’energia atomica (Jaea) un sistema di imaging a neutroni che, per la prima volta nel mondo, ha permesso di ottenere una visualizzazione precisa del flusso dell’olio in un motore che funziona ad alta velocità. Il sistema di imaging utilizza la radiografia a neutroni per la visualizzazione attraverso metalli leggeri e una tecnologia di imaging ad alta velocità 1 per “catturare” le immagini di eventi dinamici, dando ai ricercatori l’opportunità – finora inedita – di studiare il comportamento dell’olio di lubrificazione mentre circola nel motore e negli organi di trasmissione delle auto. Forte delle sue innovative competenze nel campo dell’energia atomica, la Jaea lavorerà al fianco di Nissan per condurre studi sulla visualizzazione delle dinamiche interne del motore e determinare le cause della perdita di attrito a partire dal comportamento analizzato dell’olio lubrificante. L’obiettivo è riprogettare i motori per consentire una circolazione ottimale dell’olio, con attriti ridotti, nell’intento di limitare i consumi di carburante e le emissioni di CO2. La ricerca viene condotta presso il Centro R&D di Tokai della Jaea. (ore 16:41)