Los Angeles – Dopo la prova ad alta velocità effettuata in Sudafrica ad inizio mese che ha segnato l’avvio di un’importante collaborazione tecnica con Bloodhound, Jaguar ha rivelato ulteriori dettagli relativi alla partecipazione al progetto Bloodhound World Land Speed Record.
L’ultimo test si è svolto nel deserto Hakskeen Pan, nella Provincia del Capo Settentrinonale in Sudafrica, dove le capacità dinamiche della nuova F-TYPE R Coupé a trazione integrale, appena presentata in anteprima mondiale a Los Angeles Auto Show, hanno consentito di portare a termine un test di vitale importanza per il Bloodhound SSC team.
Jaguar fornisce il know-how tecnico e ingegneristico al progetto, apportando benefici alle prestazioni del programma Bloodhound. In qualità di “main e innovation partner”, Jaguar aiuterà la Bloodhound a raggiungere il World Land Speed Record oltre le 1.000 miglia all’ora (1.609 km/h). Il record attuale è di 763,035 miglia all’ora ed è stato raggiunto da Andy Green sul Thrust SSC nel 1997. Come conducente della Bloodhound Supersonic Car, Andy Green si spingerà ancora una volta oltre i confini dei limiti umani cercando di battere il record nel 2015 e di superare le 1.000 miglia all’ora nel 2016.
Green ha rivelato ulteriori dettagli sulla partnership, tra cui l’integrazione del motore Jaguar nella Bloodhound SSC. Il propulsore 5.0 litri V8 sovralimentato da 550 cv giocherà un ruolo fondamentale nel funzionamento della vettura, fornendo un supporto essenziale ai sistemi idraulici e alimentando la pompa comburente del razzo. Questa pompa fornirà 800 litri di HTP (High Test Peroxide) in soli 20 secondi al razzo, l’equivalente di 40 litri ogni secondo.
Jaguar sta partecipando anche allo sviluppo del disegno dell’abitacolo di Andy Green, creando un ambiente di guida ai massimi livelli e fornendo ad Andy un preciso controllo dei sistemi principali quali l’impianto elettrico, quello idraulico, l’avviamento del motore e i sistemi di gestione, il monitoraggio della sicurezza e della frenata.
La Bloodhound SSC è attualmente in fase di assemblaggio presso il Technical Centre di Bristol, nel Regno Unito. Il debutto è in programma per l’estate 2015 e sarà sottoposto a un test fino a 200 miglia all’ora (321 km/h) sulla pista dell’Aerohub di Newqay, nel Regno Unito. Il team sarà poi impegnato in Sudafrica per iniziare i test ad alta velocità con l’obiettivo di raggiungere le 800 miglia all’ora (1.287 km/h).