Londra – Jaguar e il London Design Museum hanno svelato l’esclusiva scultura Word Cloud in alluminio, a forma di XE, la nuova berlina sportiva di Jaguar. Installata nell’”Acquario” del Design Museum, questa opera creativa segna l’inizio delle fasi del debutto mondiale della nuova Jaguar XE, che è avvenuto oggi  a Londra. I designer Jaguar hanno collaborato con diversi creativi esperti nei settori della progettazione computazionale, delle arti grafiche, dell’elaborazione scenografica e della lavorazione del metallo, per progettare una Word Cloud che riproducesse la nuova XE, composta da 95 parole utilizzando sette diverse lingue tra cui francese, tedesco, spagnolo, italiano, russo e mandarino.
Josephine Chanter, head of communications del Design Museum, ha dichiarato: <<Le installazioni a grande scala, come questa suggestiva scultura,  sono sempre molto popolari tra i nostri visitatori e la forma della Jaguar XE sta già attirando molta attenzione. Siamo sicuri che riscuoterà un notevole successo di pubblico e questa opera rappresenterà un elemento di sicuro arricchimento del nostro programma del London Design Festival>>.
I processi e le modalità di produzione rappresentano una sapiente combinazione tra uomo e macchina. Un sistema di modellazione computerizzata è stato utilizzato per creare le parole foggiate sulla forma dinamica della Jaguar XE che sono state rifinite attraverso la maestria nell’uso del metallo del team che ha curato la cerimonia d’apertura dei London Olympic Games.
Ian Callum, Jaguar director of design, ha dichiarato: <<È stato molto divertente comporre una word cloud della XE e di tutto ciò che ne rappresenta l’essenza, così come è estremamente gratificante aver avuto dei riconoscimenti dal London Design Museum e vedere un nostro lavoro diventare parte del London Design Festival>>.
Per 25 anni, il Design Museum ha sostenuto il pensiero creativo e ha ispirato il problem solving, celebrando il talento dei migliori designer e architetti del mondo. Il museo ha accolto cinque milioni di visitatori ed ha realizzato un’ importante raccolta delle opere di design contemporaneo.