Nella classifica mondiale delle cento auto più vendute nel 2015 due brand evitano a FCA un (ingiustificato?) assenteismo. Uno non poteva essere che Jeep che “brilla” al 44mo posto con Cherokee (301.206 unità vendute), al 55mo con Grand Cherokee (278.991) e al 65mo con Wrangler (257.941 unità), l’altro è Fiat con la sorprendente 500 seppure retrocessa dal 75mo all’81mo posto (220.637 immatricolazioni). Chi si accontenta…

Non ci sono molte valutazioni da fare. Bisogna prendere atto che il world brand di FCA è a stelle e strisce e in quest’ottica Jeep rappresenta bene l’ecumenicità del prodotto mentre la Fiat con 500 comincia a varcare i confini della Vecchia Europa ed a promettere orizzonti di gloria. Non c’è un’auto Chrysler? Poco importa. O sì. Non ci sono Alfa Romeo, né Lancia, né alcun altro brand del Gruppo. Non spariamo sul pianista.

Sorprende che tra le cento ci siano solo due Mercedes (Classe C 32ma e Classe E 87ma) e solo una Bmw (Serie 3, 39ma) e con un pizzico d’invidia nazionalista constatiamo che in questa élite trovano collocazione nove modelli Volkswagen più uno Audi (sei nei primi venti posti), due Peugeot (208 47ma e 2008 82ma), due Opel (Corsa 52ma e Astra 94ma), due Renault (Clio 25ma e Captur 88ma) e addirittura (24ma) una Skoda, la Octavia!

La regina delle regine continua ad essere la Toyota Corolla, 1.339.024 unità vendute nel mondo nel 2015. Con le fuoriclasse non si può competere.

SHARE
Renato Cortimiglia
Fondatore di AutoMotoNews, ha lavorato in Gazzetta del Sud con vari incarichi, tra cui la responsabilità della pagina motori. Vincitore di numerosi premi e insignito di diversi riconoscimenti per l’attività divulgativa svolta nel mondo automotive, in particolare per la sicurezza e l’ecologia.