Presentate al
pubblico di Intermot 2016 quattro significative novità Kawasaki, svelate direttamente da Kenji Tomida, presidente della Motorcycle and Engine Company di Kawasaki. In linea la filosofia di soddisfare le esigenze dei clienti europei e di reagire positivamente a un mercato complesso e in continua evoluzione, fa il suo debutto la nuova Ninja 650 con un nuovo telaio a traliccio, motore bicilindrico raffreddato a liquido e il caratteristico stile Ninja. La risposta Kawasaki a chi muove i primi passi verso le due ruote o a chi desidera salire di categoria passando ad una cilindrata superiore.

Anche nel mondo “sovralimentato” c’è stata una bella novità. Kawasaki ha presentato un altro modello da affiancare alla Ninja H2 e H2R, la Ninja H2 Carbon. Importanti aggiornamenti anche per la H2 standard e per la moto destinata esclusivamente all’uso su pista la H2R.

La versione Carbon, la cui produzione sarà limitata a 120 unità in tutto il mondo, si presenta con un cupolino in fibra di carbonio, un nuovo trattamento di verniciatura e, come per le sue compagne H2 e H2R, un’unità di misura inerziale (IMU) che permette di monitorare la forza inerziale su sei assi, oltre a una serie di dispositivi come il sistema di gestione in curva (cornering management). Inoltre, ognuno dei tre modelli adesso è equipaggiato con un indicatore di inclinazione in grado di visualizzare e memorizzare l’angolo di piega durante la guida.

 

Restando nel campo delle supersportive, Kawasaki a svelato a Intermot una nuova motocicletta che trae ispirazione dal mondo delle corse, la Ninja ZX­10RR, che verrà distribuita in Europa in un massimo di 500 unità. I dispositivi di cui è dotata derivano dal mondo sportivo, mentre il cilindro è stato modificato per accogliere un albero motore racing e una nuova disposizione del carter garantisce una più lunga durata a ritmo gara.

Arricchita con cerchi Marchesini ultraleggeri in alluminio, nuovo sistema frenante dotato di pinze freno Brembo 50, quickshifter sia in salita che in scalata, la ZX­10RR sarà sicuramente destinata a ricevere numerose richieste dai team nelle categorie Superstock e Superbike.

L’impronta Ninja è stata mantenuta anche con la Z1000SX 2017. Lavorando sodo per migliorare le sue peculiarità sportive e quelle legate all’attività di moto turismo, Kawasaki ha preso in analisi il pacchetto SX in dettaglio e prodotto una nuova moto con erogazione di potenza ancora più fluida, più protezione del guidatore grazie a una carenatura e un parabrezza più ampio, oltre a sedute più morbide per pilota e passeggero, novità come i fari a LED e le valigie laterali dal semplice montaggio.