Il percorso ideato da Tiziano Siviero si articola su 7 giorni di gara per un totale di 3.000 km tra le sabbie del Badan Jaran e Tengger Desert.

Il deserto dell’Inner Mongolia ospiterà la prima edizione del Dakar Series China Rally, che si terrà dal 24 al 30 settembre 2017. Il percorso, ideato da Tiziano Siviero, direttore sportivo dell’evento ed ex Campione del Mondo Rally, si articola su 7 giorni di gara per un totale di 3.000 km tra le sabbie del Badan Jaran e Tengger Desert.

Al momento sono in corso le ricognizioni sul percorso che porterà auto, “side by side” e camion a esplorare il deserto dell’Inner Mongolia, una grande sfida che Tiziano Siviero, impegnato anche nella pianificazione del percorso della Dakar sin dal suo debutto in Sud America, sintetizza così: “Non ho mai visto tanta sabbia in vita mia. La natura del terreno ha dettato anche quella del percorso e delle prove cronomentrate. Attraverseremo paesaggi mozzafiato, come il deserto di Badan Jaran, con una speciale che si snoderà tra i laghi e le dune”.

L’interesse per il rally e il fuoristrada è in forte crescita in Cina e gli appassionati hanno già il loro riferimento: Yong Zhou, tredicesimo assoluto alla Dakar 2015 alla sua settima partecipazione. La prima edizione del Dakar Series China Rally vuole quindi offrire ai cinesi un appuntamento per prepararsi al meglio per la grande maratona sudamericana.

La regione di Alxa, infatti, rappresenterà un vero e proprio banco di prova per mezzi ed equipaggi in vista della Dakar 2018. Questo sarà il caso, ad esempio, per la migliore squadra cinese, che vincerà un’iscrizione gratuita proprio alla prossima Dakar.