La Federazione Motociclistica Italiana inaugura un nuovo sistema di classificazione delle licenze agonistiche, passando dal sistema attuale che prevede 14 diverse tipologie di licenze – con qualche difficoltà interpretativa – a un nuovo sistema che vede fondamentalmente due principali tipologie: Fuoristrada e Velocità, entrambe allo stesso costo di 150 euro. La prima permette di partecipare a tutte le gare offroad, la seconda alle manifestazioni di velocità su pista, con esclusione di quelle che richiedono la licenza Velocità Elite.

Altra novità importante è che non si dovranno più richiedere due licenze distinte per partecipare alle gare Off Road o Asfalto, ma basterà l’idoneità medica specifica e versare un’integrazione per ottenere l’estensione all’altra disciplina. Attenzione particolare è poi rivolta ai “nuovi licenziati”, che potranno ottenere una licenza Amatoriale Off Road (costo 75 euro) per un massimo di due stagioni sportive, dopodiché sarà obbligatorio richiedere la licenza Fuoristrada. Tutti i dettagli sono consultabili sulla Guida Fmi 2018, pubblicata sul sito della Federazione, dove viene descritto con precisione il modello di rilascio di licenze adottato.