Si è conclusa ieri l’edizione 2018 del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este. A vincere il titolo di “Best Of Show” assegnato in tarda serata dalla giuria è stata la Ferrari 335 Sport del 1958, del proprietario austriaco Andreas Mohringer. Senza alcuna esagerazione, si può dire che la 335 Sport rappresenti l’apice di tutte le vetture da corsa Ferrari dell’epoca dei motori anteriori. Tra le auto più costose mai battute all’asta, esistono ancora solo tre vetture di questo tipo. Con la quarta, Alfonso Marquis de Portago rimase coinvolto nel gravissimo incidente di Guidizzolo alla Mille Miglia del 1957, che segnò il destino di questa leggendaria corsa.

L’Alfa Romeo 33/2 Stradale si aggiudica invece il “Trofeo Bmw Group Italia” e la “Coppa d’Oro”, assegnati per referendum pubblico. Il fatto che gli esperti del settore discutano da decenni sul numero esatto di esemplari prodotti contribuisce al mito della Stradale: verosimilmente, sono stati prodotti solo 18 telai, di cui cinque allestiti da famosi carrozzieri con come l’iconica Carabo di Bertone.

Il giudizio dei più “giovani” ha invece premiato con il “Trofeo Bmw Group Ragazzi” il design avveniristico della Lancia Stratos Zero del 1970, modello “estremo” nato dal genio dell’allora capo progettista della carrozzeria Bertone, Marcello Gandini. Il “Design Award for Concept Cars & Prototypes”, assegnato sempre per referendum pubblico nei giardini di Villa Erba, è stato vinto dalla Ferrari SP38.

Per quanto riguarda le due ruote, invece, come “Best of Show” è stata premiata la Moto Major del 1948. Il Trofeo Villa Erba assegnato dal pubblico è andato al sidecar Brough Superior SS80 del 1939. Da segnalare anche la menzione d’onore alla Indian Twin-Cylinder, bicilindrico a V del 1907. Ecco le liste di tutte le vetture e di tutte le moto premiate al Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2018: Lista vincitori AutovettureLista vincitori Motociclette.