In una Cuba che si apre ad una nuova era dopo la scomparsa di Fidel Castro si può già registrare il primo avvenimento storico. Alfonso Albaisa, executive design director di Infiniti, ha portato una nuova Q60 a l’Avana, di fatto la prima auto con specifiche statunitensi a venire registrata a Cuba in 58 anni. Il motivo del viaggio, la ricerca delle sue radici.

Cuba, infatti, è il Paese nativo di Albaisa, che cresciuto a Miami ora vive in Giappone, da dove dirige i quattro studi di design di Infiniti a livello mondiale.

Questa è stata per lui la prima occasione di visitare Cuba e poter apprezzare da vicino le opere di architettura moderna realizzate a metà del secolo dal suo prozio Max Borges-Recio, tra cui il Tropicana, il Club Nautico e la casa stessa di proprietà di Borges Recio.

IL VIDEO