È venerdì pomeriggio. Il traffico sul Grande Raccordo Anulare è congestionato e per districarsi si deve stare attenti ad auto che spuntano da tutte le parti. Senza contare lo stress. La telefonia mobile intelligente può risolvere alcuni di questi problemi e aiutare a evitare che situazioni di guida potenzialmente pericolose diventino ancora più critiche.

Conosciuta come cellular-V2X (“vehicle to everything”) questa tecnologia consente all’auto di comunicare con gli altri veicoli e con ciò che la circonda attraverso la telefonia mobile. Bosch, Vodafone e Huawei stanno testando questa tecnologia ad alte prestazioni già da gennaio 2017 e sono le prime aziende europee a farlo. I test sul campo non si stanno svolgendo sul GRA ma sull’autostrada A9 in Baviera con i primi moduli di prova 5G, e stanno già dimostrando che i sistemi di assistenza alla guida (come il cruise control adattivo) traggono vantaggio anche dallo scambio di informazioni diretto e istantaneo tra i veicoli.

Al momento, la tecnologia cellular-V2X viene utilizzata come sistema di avviso in tempo reale nei cambi di corsia in autostrada o quando l’auto davanti frena all’improvviso. Per avere tutte le auto completamente connesse, sarà necessario insegnare ai veicoli a comunicare tra loro e a scambiarsi dati direttamente. La comunicazione diretta tra i veicoli fornisce informazioni su quanto sta accadendo in un incrocio non visibile al guidatore, lungo l’autostrada o alle spalle dell’auto. Grazie alla telefonia mobile, le auto connesse possono trasmettere determinate informazioni – come la loro posizione e velocità – direttamente a tutti gli altri veicoli entro un raggio di più di 300 metri.

Di conseguenza, un veicolo “conosce” il comportamento di guida degli altri attorno a sé; quindi, per esempio, se all’improvviso un’auto davanti a noi taglia la strada a un altro veicolo, l’ACC (il cruise control adattivo) sa cosa sta per succedere prima ancora di “coordinarsi” con il guidatore o il sensore radar, regolando automaticamente la velocità prima di quanto avrebbe fatto in precedenza. Più in generale, la telefonia mobile intelligente può rendere il traffico sempre più scorrevole, perché grazie alla funzione “predittiva” fornita da questa tecnologia i veicoli, scambiandosi informazioni ripetutamente, possono viaggiare in modo più fluido.