Lussuosa, performante e ora anche ibrida. L’autonomia totalmente elettrica è di 44-48 km per la 740e iPerformance e la 740Le iPerformance, e di 41-45 km per la 740Le xDrive iPerformance.

La tecnologia di propulsione elettrica debutta sulla nuova Bmw Serie 7, che comprende ora tre ammiraglie di lusso con sistema ibrido plug-in. La propulsione è composta da un motore quattro cilindri a benzina con tecnologia Bmw TwinPower Turbo e da un motore elettrico che producono insieme una potenza di sistema di 326 cv, disponibile per la versione a passo corto (740e iPerformance) e a passo lungo (740Le iPerformance).

Per la carica della batteria ad alto voltaggio sono a disposizione una serie di prodotti e servizi sviluppati originariamente per Bmw i. A richiesta, i modelli 740e iPerformance, 740Le iPerformance e 740Le xDrive iPerformance sono equipaggiabili con la Bmw Laser Light antiabbagliamento, che ha debuttato in anteprima mondiale sulla sportiva ibrida plug-in Bmw i8.

L’autonomia elettrica è di 44-48 km per la 740e iPerformance e la 740Le iPerformance e di 41-45 km per la 740Le xDrive iPerformance (i valori dipendono dalla misura degli pneumatici).

Il motore elettrico è integrato interamente nel cambio Steptronic a 8 rapporti. Questo assicura la guida nella modalità elettrica ad un alto livello di efficienza, ma anche il boost elettrico per incrementare la dinamica di guida e il recupero di energia in frenata.

Dopo la X5 xDrive40e iPerformance, la
 740Le xDrive iPerformance è il secondo modello in cui sia nella guida elettrica sia nell’utilizzo del motore endotermico o delle due unità combinate, la forza viene ripartita tra tutt’e quattro le ruote.

Con il pulsante eDrive, inserito nella consolle centrale, il guidatore può definire l’esercizio del propulsore ibrido plug-in. Con la funzione ibrida “Auto eDrive”, la gestione dell’energia assicura un’interazione tra motore endotermico ed elettrico a efficienza e dinamica ottimizzate. La strategia di guida ha l’obiettivo di guidare preferibilmente in elettrico a medie e basse velocità, così da sfruttare il più possibile il vantaggio della mobilità a emissioni zero. Il motore a combustione interna viene attivato a partire da circa 80 km/h oppure in presenza di richieste di carico particolarmente intense.

Premendo il pulsante, il guidatore può passare alla funzione esclusivamente elettrica “Max eDrive”. In questa configurazione la vettura viene azionata solo dal motore elettrico. L’attivazione del motore endotermico può avvenire in qualsiasi momento eseguendo un kick-down con l’acceleratore. In questo caso, la velocità massima è di 140 km/h.

La batteria ad alta tensione può essere caricata a ogni normale presa di corrente oppure a una Wallbox adatta, che offre intensità di corrente superiori, oppure a stazioni pubbliche di carica. Alla normale presa di corrente l’accumulatore si lascia caricare completamente in meno di 4 ore, mentre alla Bmw i Wallbox il tempo di carica è inferiore a 3 ore. Viene offerto anche il servizio ChargeNow per un accesso semplice alle stazioni di carica dei partner e una fatturazione confortevole dei costi mensili di energia.

NO COMMENTS

Leave a Reply