Land Rover Discovery Sport si aggiorna con il model year 2017. Oltre a novità di stile, praticità e sicurezza, il Suv premium compatto è il primo veicolo ad incorporare il dispositivo di tracciamento Tile. Si tratta di una semplice tecnologia che vuole aiutare ad evitare la perdita di oggetti importanti nella frenetica quotidianità in cui viviamo.

L’app, infatti, usa delle targhette, cioè piccoli dispositivi di tracciamento che possono essere applicati ad oggetti importanti come telefono, portafogli o borse, per ritrovarli agevolmente grazie allo smartphone (Apple e Android).

Può sembrare una sciocchezza, ma secondo alcuni studi condotti nel Regno Unito mediamente si perdono 15 minuti al giorno nella ricerca di oggetti di questo tipo.

Con questa tecnologia, invece, la Land Rover Discovery Sport MY 2017 avverte se gli oggetti “etichettati” non si trovano a bordo e può persino indirizzare, tramite lo schermo del sistema infotainment, verso la loro ultima posizione conosciuta. E se l’oggetto è da qualche parte nell’abitacolo, è possibile azionare l’allarme da 90 decibel dell’etichetta Tile per ritrovarlo.

PREZZI DA 37.300 EURO
Al di la di questa piccola novità per il mondo dell’auto, la Discovery Sport 2017 sfoggia una serie di arricchimenti stilistici, inclusa la nuova Black Limited Edition. Quattro i nuovi colori di carrozzeria per l’aggiornamente del Suv premium compatto di Casa Land Rover, la cui vendita inizia proprio oggi con prezzi a partire da 37.300 euro.

TECNOLOGIA EVOLUTA
Il sistema di infotainment aggiornato InControl Touch Pro è il cuore delle novità tecnologiche. La nuova configurazione prevede un touchscreen da 10,2 pollici con menù intuitivo che replica il look originale delle app e permette comandi “swipe” e “pinch” in stile tablet. Lo schermo, in formato 21:9 e con una risoluzione più alta del touchscreen standard da 8″, non presenta pulsanti fisici.

Le avanzate caratteristiche dell’InControl Touch Pro si devono alla combinazione della velocità del Solid State Drive da 60 GB – del 100% più veloce di un normale hard disk – e del primo impiego automobilistico del processore Quad-Core di Intel.

Si affiancano infine ai miglioramenti stilistici e tecnologici tre nuovi sistemi di sicurezza: il Driver Condition Monitor, che avverte con segnali visivi e sonori se il pilota mostra segni di stanchezza; l’Intelligent Speed Limiter, che aiuta a rimanere entro i limiti di velocità grazie al sistema di riconoscimento dei segnali stradali; e il Lane Keep Assist, che tramite la telecamera anteriore rileva la delimitazione delle corsie e se “vede” che il pilota inizia ad uscire di corsia senza preventiva segnalazione provvede a un leggero controsterzo.