Presentata al Salone di Francoforte 2017, la Discovery SVX è un’anteprima di produzione del futuro top di gamma della Discovery. Propulsore da 5 litri V8 a benzina Supercharged che eroga 525 cv, si tratta della Land Rover più estrema mai prodotta, caratterizzata dall’aumentata distanza da terra, migliorie apportate alle sospensioni e alla scocca, maggiore articolazione delle ruote e grandi pneumatici all-terrain.

La Discovery SVX si affianca quindi alle precedenti due realizzazioni della Special Vehicle Operations (SVO), ovvero la Range Rover Sport SVR e la Range Rover SVAutobiography, e sarà la prima Land Rover assemblata a mano nel Centro Tecnico SVO nel Regno Unito. La produzione inizierà nel 2018 e fra le novità di contenuti ci saranno un sistema Terrain Response 2 dalla speciale taratura e l’Active Roll Control, un sistema che incrementa l’articolazione delle ruote e il controllo della scocca migliorando la trazione nell’off-road estremo e riducendo il rollio.

Complemento di questi upgrade sono le calibrazioni esclusive della trasmissione automatica a 8 rapporti con scatola di riduzione a due gamme di velocità e i sistemi di controllo della dinamica, che comprendono Hill Descent Control, Electronic Traction Control (ETC), Adaptive Dynamics, Dynamic Stability Control (DSC), All-Terrain Progress Control (ATPC) e il servosterzo elettrico (EPAS). Gli pneumatici sono stati sviluppati ad hoc da Goodyear, un concept su misura che riporta la scritta “Discovery” e la “X” sul battistrada.