Land Rover e what3words: 3 parole al posto dell’indirizzo per salvare vite [VIDEO]

La tecnologia di geocoding creata da what3words usa tre parole per identificare con precisione assoluta un luogo. Il primo progetto avviato sull’isola di Mull, in Scozia.

Isola di Mull. Una remota isola scozzese dove molte abitazioni si trovano in località sperdute e senza un indirizzo preciso. È qui che Jaguar Land Rover e what3words hanno dato vita al primo progetto umanitario comune (“Addressing Mull”) a seguito della richiesta di aiuto da parte dottor Brian Prendergast, che auspicava l’assegnazione di un indirizzo preciso a ognuna delle proprietà presenti sull’isola per rendere più immediato il soccorso medico in caso d’emergenza. Senza una conoscenza profonda dell’isola, infatti, è difficoltoso per i nuovi arrivati del team di soccorso localizzare le singole abitazioni.

Una flotta di veicoli Land Rover è quindi sbarcata sull’isola, con a bordo un team di piloti e volontari che ha distribuito 2.000 targhe con gli indirizzi what3words ad altrettanti alloggi dell’isola, molti dei quali situati in località sperdute. What3word è una società britannica che ha suddiviso il globo in una griglia di 57.000 miliardi di celle di 3×3 metri, ognuna con un indirizzo unico composto da sole tre parole: facile da ricordare e rintracciabile tramite un’app, operativa anche offline.

L’uso di un indirizzo di sole tre parole faciliterà enormemente il compito di soccorrere i pazienti residenti nelle zone più isolate, soprattutto a medici e infermieri appena arrivati sull’isola – ha commentato il dottor Prendergast –. Con questa iniziativa riteniamo non solo di poter offrire un miglior servizio di assistenza sanitaria, ma soprattutto di risparmiare minuti preziosi, dai quali, in caso di emergenza, può dipendere la salvezza di una vita. L’isola è veramente grata a what3words e Land Rover per aver creato la mappa di Mull”.

Dal lancio avvenuto nel 2013, what3words ha ricevuto numerosi premi in tutto il mondo ed è stata inserita tra le 10 società “Global Urban Innovators” dalla New Cities Foundation per essere il sistema più semplice di localizzazione: copre l’intero pianeta, non necessita di aggiornamenti, accetta comandi vocali e comprende un sistema di prevenzione degli errori che identifica e corregge immediatamente gli input sbagliati. L’app gratuita (Android e iOS) e la mappa online consentono di trovare, condividere e navigare verso gli indirizzi di 3 parole, ad oggi in 26 lingue. Se siete curiosi di sapere quali sono le tre parole che identificano il vostro indirizzo potete andare qui. Le parole per la nostra redazione, ad esempio, sono revised.readings.list.

SHARE
Dal 1993 pubblicista iscritta all’Ordine dei giornalisti. Diplomata al Conservatorio, ha fatto esperienze musicali come cantante. Le piace Brahams ma ascolta Charlie Parker. Ha un debole per il sushi e la cucina cinese. Ama i gatti neri. Collaboratrice di Automotonews.com dal 2001.