Dopo aver esplorato le diverse interpretazioni del presente e le visioni del futuro con sociologi, architetti, designer e urbanisti all’Audi City Lab di Milano, l’avanguardistico laboratorio di idee del brand dei quattro anelli prosegue la sua analisi della società moderna affrontando il tema della conoscenza e della multidisciplinarietà del sapere.

Il pensiero multidisciplinare, aperto e poliedrico, attitudini sfaccettate e “personalità crossover” sono le caratteristiche richieste oggi per affrontare una realtà in continua trasformazione. E il luogo migliore per mettere a “sistema” queste menti è stato La Nuvola dell’architetto Massimiliano Fuksas, il primo evento mai organizzato nel nuovo centro congressi di Roma dopo la sua inaugurazione.

media-MDP_3796

Per raccontare la nuova frontiera della formazione, Audi ha coinvolto personalità creative e sorprendenti, interpreti di un mondo sempre più poliedrico. Introdotti dal conduttore Alessandro Cattelan, si sono alternati sul palco Riccardo Donadon, fondatore di H-Farm, l’imprenditore Andrea Guerra, la campionessa di tennis Flavia Pennetta, il direttore creativo Maison Valentino Pierpaolo Piccioli, il regista Gabriele Mainetti, gli attori Claudio Santamaria e Francesco Pannofino, la campionessa paraolimpica Bebe Vio. Tutti per raccontare i percorsi non categorizzabili che li hanno portati a diventare ciò che sono oggi.

Un evento che fa da cassa di risonanza al debutto commerciale italiano della Audi Q2, che sul concetto di #untaggable ha incentrato la propria strategia di approccio a un pubblico sempre più alla ricerca di auto che sfuggono alle tradizionali classificazioni.