L’amministratore delegato di Fca riceve la quinta laurea ad honorem. Ieri, al Polo di Meccatronica di Rovereto, Sergio Marchionne ha ricevuto infatti la laurea in Ingegneria dall’Università di Trento e tenuto quindi una lectio magistralis sul futuro dell’auto elettrica. Senza lesinare dubbi e perplessità.

“Occorre prima risolvere il problema della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, sfruttando nel frattempo tutte le tecnologie disponibili. Quando l’energia proviene da combustibili fossili, le emissioni delle auto elettriche sono equivalenti”.

Sergio Marchionne.

La consegna della laurea honoris causa a Sergio Marchionne.

Successivamente, il manager di Fca ha parlato di guida autonoma, sempre meno futuro remoto e sempre più realtà concreta: “Siamo impegnati in un progetto rivoluzionario sulla guida autonoma insieme a Google. Noi crediamo che la guida autonoma sarà una realtà nel giro di un decennio e che i sistemi avanzati di ausilio alla guida svolgeranno un ruolo cruciale nel preparare legislatori, consumatori e aziende per un mondo in cui il controllo dell’auto sarà nelle mani dell’auto stessa”.

La cerimonia di consegna della laurea ad honorem a Sergio Marchionne ha visto anche dei momenti di contestazione: all’esterno del polo universitario, infatti, una cinquantina di manifestanti ha protestato contro il riconoscimento al manager di Fca, accusato di politiche di “devastazione e sfruttamento”.