Da anni non si vedeva un “congelamento” così consistente dei prezzi delle auto. Secondo l’ultima rilevazione della Dat-Italia, infatti, tutte le Case hanno ritoccato i listini dei propri modelli con incrementi contenuti nel 3%.

“Evidentemente costruttori e importatori hanno capito che in tempi di crisi aumentare i prezzi è pericoloso. E i risultati delle immatricolazioni di auto nuove confermano che questa è la politica giusta per smuovere le vendite”. Antonio Coppola, direttore Dat-Italia.

Sono minime le eccezioni a questa tendenza, ma si parla di pochi modelli rivisti profondamente oppure riposizionati sul mercato con allestimenti diversi. E se il 2016 è stato un anno sereno per gli automobilisti che hanno comprato un’auto, il 2017, però, potrebbe riservare non poche sorprese, visto che il settore è in attesa di capire se ci sarà o meno l’aumento dell’Iva. Ne sapremo di più nella prossima analisi agli inizi del 2017.