Con la tecnologia PurePlus il nuovo olio Shell segna un taglio netto con i tradizionali metodi utilizzati per produrre i lubrificanti sintetici. Vi spieghiamo tutto con un’infografica.

Shell lancia sul mercato italiano il rivoluzionario olio per motocicli Shell Advance Ultra con PurePlus Technology, il lubrificante di ultima generazione sviluppato per tutti gli amanti delle due ruote e presentato nella cornice della nona edizione del World Ducati Week.

“Un lubrificante per motocicli rivoluzionario. Shell investe oltre 1 miliardo di dollari all’anno in ricerca e sviluppo, più di qualsiasi altra compagnia petrolifera”, Benedetto Forlani, presidente Shell Italia.

Il nuovo olio Shell promette di essere rivoluzionario grazie processo alla base che sancisce una netta separazione con i tradizionali metodi utilizzati per produrre i lubrificanti sintetici, perché permette di ottenere un olio base sintetico essenzialmente privo d’impurità a partire dal gas naturale anziché dal petrolio.

Ne deriva una composizione molecolare eccezionalmente omogenea e stabile dell’olio base, che nel prodotto finito garantisce purezza elevatissima, resistenza all’ossidazione, ridotta volatilità e migliore fluidità a basse temperature.

Ma quali sono i principali benefici di Shell Advance Ultra con Tecnologia PurePlus? Sono tre.
  1. Potenza sempre al massimo. Il deterioramento dell’olio dovuto all’ossidazione impatta la capacità lubrificante, che riduce l’efficienza del motore con conseguenti perdite di potenza. Shell Advance Ultra non si deteriora prima del cambio olio raccomandato, quindi non compromette l’efficienza del motore e non causa perdite di potenza. Il risultato è riferito ai dati dei test interni Shell condotti su una Honda Wave 125 cc, con misurazioni effettuate ai primi 1.000 e 13.000 km percorsi e con intervallo di cambio olio esteso a 6.000 km.
  2. Intervalli di cambio olio più lunghi. Grazie alla minore volatilità e alla migliore resistenza all’ossidazione l’olio non subisce deterioramento prima dei 6.000 km, una distanza pari al doppio di un normale intervallo tipico di sostituzione dell’olio (3.000 km). Ricordate, però, di seguire sempre le raccomandazioni della Casa motociclistica circa l’intervallo di sostituzione dell’olio, variabile in base a marca e modello, e sul quale possono influire anche altri fattori come la qualità del carburante e lo stile di guida.
  3. Più chilometri con un litro. La speciale formulazione riduce al minimo l’accumulo di depositi che possono causare diminuzione del rendimento del motore massimizzandone quindi la potenza. Questo significa percorrere in media 5 km in più con un litro di carburante. Il confronto tra risultati medi ottenuti è stato fatto con Shell Advance Ultra 10W-40 e Shell Advance AX5 20W-40, usando benzina senza piombo Shell Gasohol 91, su motociclette Honda Wave 125 cc a rodaggio avvenuto e a intervalli di 6.000 km.

INFOGRAFICA SHELL ADVANCE ULTRA CON PUREPLUS TECHNOLOGY

Infografica Shell Pure Plus technology-page-001

NO COMMENTS

Leave a Reply