Parigi – L’innovazione è un aspetto fondamentale dell’identità di marca Renault. Gli ultimi modelli e quelli che seguiranno nei prossimi mesi sono portatori di grandi novità tecniche studiate per rispondere alle esigenze e alle attese dei clienti.
Qualche settimana dopo la presentazione ufficiale di nuova Espace e del prototipo a bassissimo consumo Eolab, Renault svela alcune innovazioni previste per il 2015: un nuovo motore elettrico, più compatto e più performante, e una motorizzazione turbo benzina moderna adattata al Gpl.
Renault porta avanti anche progetti di ricerca con tre prototipi sviluppati in collaborazione con i partner: un prototipo di veicolo commerciale di tipo mild-hybrid Diesel (progetto Hydivu), un concept esplorativo di motore diesel a 2 tempi, economico e di dimensioni ridotte (progetto Powerful) e un prototipo di piccolo veicolo elettrico per consegne a domicilio ispirato a Twizy  (progetto Velud).
Quest’anno, Renault vuole anche condividere il suo modo di concepire l’innovazione presentando il Laboratorio Cooperativo d’Innovazione (Lci), un “think tank” organizzato come start-up che raggruppa ingegneri, designer e specialisti di studio della clientela, e Renault Creative People, un originale sistema di simulazione atto a stimolare la creatività in azienda.
<<Aprirsi a tutto campo, imparare a pensare in modo diverso e preparare le menti alle innovazioni di rottura che caratterizzeranno il mondo di domani: questa è la filosofia di Renault. Questa scoperta di ciò che sta dietro le quinte dell’innovazione getta una luce diversa dall’interno sulla particolarità e originalità dell’innovazione Renault. Con un’idea centrale: stimolare ed utilizzare la creatività di tutti>>, ha detto Rémi Bastien, direttore engineering innovation.