Telecamera anteriore Opel Eye di ultima generazione, frenata automatica Collision Imminent Braking, sedili ergonomici completamente nuovi e certificati. La nuova Opel Astra sarà dotata sistemi di assistenza alla guida e funzioni di comfort che compaiono per la prima volta su una Opel.

NUOVA TELECAMERA ANTERIORE OPEL EYE

La nuova Opel Astra sarà presentata all’imminente Salone di Francoforte 2015. Promette di essere più leggera e più efficiente dei modelli precedenti e sarà dotata sistemi di assistenza alla guida e funzioni di comfort che compaiono per la prima volta su una Opel. La telecamera anteriore Opel Eye di ultima generazione con sistema di frenata a bassa velocità Collision Mitigation Braking e la frenata automatica Collision Imminent Braking o i sedili completamente nuovi sono alcuni esempi. Vediamo nel dettaglio quali sono le novità nel campo tecnologico che porterà con sé la nuova Opel Astra.

NUOVA TELECAMERA ANTERIORE OPEL EYE
Ulteriormente migliorata, la telecamera è dotata di una potenza di elaborazione delle immagini superiore, di un livello di rilevamento migliore ed è in grado di elaborare una quantità superiore di informazioni da fonti diverse. Associata al sistema Navi 900 IntelliLink, ad esempio, collega i dati del navigatore a quelli rilevati dalla telecamera per fornire informazioni più precise.

Grazie a questa maggiore potenza migliorano le prestazioni del riconoscimento dei cartelli stradali Traffic Sign Assist, che adesso risulta più precisa e in grado di rilevare e mostrare sullo schermo i cartelli rotondi, quelli rettangolari e quelli relativi ai limiti di velocità, mentre la tecnologia a esposizione multipla migliora il livello di rilevamento dei cartelli dinamici con LED.

Un’altra funzione presente su nuova Astra è la Following Distance Indication. La telecamera anteriore rileva i veicoli che si trovano di fronte alla vettura e calcola la distanza. Il valore viene poi mostrato in secondi (in linea con le normative della maggior parte dei Paesi europei che definiscono la distanza in termini di tempo e non di spazio).

Un altro sistema di assistenza collegato alla terza generazione della telecamera Opel Eye è l’allerta in caso di superamento involontario dei limiti di carreggiata Lane Departure Warning, adesso dotato anche del sistema di mantenimento della corsia di marcia Lane Keep Assist, una funzione presente per la prima volta su una Opel.

Come in passato, il dispositivo riconosce la segnaletica orizzontale, ma adesso sterza leggermente il volante oltre ad attivare i classici allert se si abbandona involontariamente la corsia. Il sistema funziona da 60 a 180 km/h, ma non agisce continuamente sullo sterzo. Ci sono infatti anche tre avvisi acustici e un segnale tattile sul volante.

La telecamera Opel Eye offre anche la funzione allerta incidente Forward Collision Alert con frenata a bassa velocità Collision Mitigation Braking. Il sistema comprende anche le funzioni Integrated Brake Assist e Autonomous Emergency Braking. Vale a dire che se dopo aver attivato l’allerta il sistema rileva che la frenata è insufficiente o assente, può incrementarla (Integrated Brake Assist) o frenare automaticamente la vettura (Autonomous Emergency Braking). Il sistema funziona tra gli 8 km/h e gli 80 km/h. Se la velocità è inferiore a 40 km/h può evitare lo scontro frenando completamente la vettura.

ASSISTENTE AL PARCHIEGGIO
Il Park Assist è dotato di sensori a ultrasuoni anteriori e posteriori. È sempre attivo al di sotto degli 11 km/h e rileva automaticamente gli oggetti presenti nel campo dei sensori. Sul display compaiono informazioni visive come la distanza e la posizione dell’oggetto (anteriore/posteriore e sinistra/centro/destra).

L’Advanced Park Assist di nuova generazione individua spazi di parcheggio adeguati, paralleli o perpendicolari, e parcheggia automaticamente l’auto calcolando la traiettoria del veicolo, senza che sia necessario impugnare il volante. E’ sufficiente controllare accelerazione, frenata e cambio.

SICUREZZA PASSIVA
Il lungo elenco di sistemi di assistenza alla guida sulla nuova Opel Astra si accompagna a un sistema completo di sicurezza passiva, alla cui base si trova una cellula di sopravvivenza rigida realizzata prevalentemente in acciaio altoresistente che è stata studiata per subire la minima deformazione possibile e conservare il massimo spazio di sopravvivenza in caso di incidente.

Per assorbire gli urti, le aree anteriori, laterali e posteriori dell’abitacolo sono dotate di zone ad assorbimento di energia che si deformano in modo controllato. La nuova Astra è inoltre dotata di serie di airbag anteriori guidatore e passeggero, airbag laterali torace e bacino e di airbag a tendina a tutta altezza per la prima e la seconda fila.

SEDILI ERGONOMICI CERTIFICATI
Sulla nuova Opel Astra non mancano le funzioni di comfort, come i nuovi sedili ergonomici certificati dall’associazione indipendente di esperti posturali AGR. Oltre ad essere regolabili in 18 direzioni e a disporre della regolazione in larghezza delle imbottiture laterali, adesso i sedili possono essere dotati a richiesta anche di ulteriori caratteristiche di comfort come la funzione massaggio, quella memory e la climatizzazione, una combinazione unica nel segmento delle compatte.

Anche i passeggeri dei sedili posteriori possono viaggiare in modo più comodo: oltre ad avere più spazio per le gambe, sono infatti disponibili a richiesta anche i sedili posteriori riscaldati.

Opel ha iniziato a sviluppare i sedili della nuova Astra quasi 5 anni fa. Può sembrar strano, ma è un compito estremamente complesso: i sedili sono uno degli elementi più grandi di un’automobile e la loro realizzazione rappresenta da sola circa il 10% del costo totale di produzione di una nuova vettura.

Non solo. I sedili sono molto rilevanti anche per il peso totale della vettura. Perciò, al momento di sviluppare i nuovi sedili, gli ingegneri Opel, per offrire ai passeggeri dei sedili posteriori 35 millimetri di spazio in più per le gambe, hanno realizzato lo schienale del nuovo sedile anteriore molto più compatto grazie all’impiego di schiume poliuretaniche più leggere e degli acciai altoresistenti inseriti nell’imbottitura del sedile. Il risultato è che i nuovi sedili pesano 10 kg in meno rispetto a quelli montati sull’attuale Astra.

NO COMMENTS

Leave a Reply