Per i più è la “macchina di 007”, la vettura che, debitamente allestita da Mr. Q, si trasformava in una vera e propria arma nelle mani di James Bond, in grado di resistere alle pallottole, rispondere al fuoco, seminare gli avversari e molto altro. Nessuno degli strabilianti optional messi a disposizione del più famoso agente al servizio segreto di Sua Maestà Britannica è mai stato disponibile a listino, ma non per questo una Aston Martin è mai stata meno straordinaria.
Le granturismo della Marca inglese sono da sempre sinonimo di eleganza e sportività, di passione tecnica e raffinatezza costruttiva. Tipicamente “british”, indiscutibilmente esclusive, assolutamente fascinose, le Aston Martin sono la risposta inglese alle Ferrari, ma con quel tocco di elitarismo in più. Automobili insomma per intenditori, appassionati e veri “gentleman”.
Il libro Aston Martin – Un secolo granturismo, scritto da Paolo Ferrini (già autore di Leggera come una Lotus) ed edito da Media Consultants Srl, ripercorre la storia della Casa inglese che nel 2013 compie cento anni. Con una prosa a metà tra saggio e romanzo, l’autore racconta i principali modelli ed i momenti che hanno contribuito a creare il mito Aston Martin, nonché le vicende dei personaggi che nel corso degli anni si sono alternati alla guida di questa marca leggendaria, dal fondatore Lionel Martin ad Augusto Cesare “Bert” Bertelli, dal mitico David Brown (le cui iniziali DB hanno accompagnato i nomi di molti modelli di successo) a Malcolm Victor Gauntlett, fino a David Richards.
<<Nei suoi ormai cento anni di storia, Aston Martin ha conosciuto tutto, o quasi –  spiega Paolo FerriniAlcuni suoi modelli sono stati osannati da critica e pubblico e celebrati dal grande cinema, per poi entrare a pieno titolo nella storia dell’Automobile come simboli di un’epoca e soprattutto di un’inconfondibile qualità costruttiva, tanto quanto altri sono invece passati quasi del tutto inosservati e per passare poi inevitabilmente nel dimenticatoio. Ci sono stati i successi sportivi, primi tra tutti quelli alla 24 Ore di Le Mans, inseguiti per anni con costante, encomiabile, ed a volte persino assurda, ostinazione. Ci sono stati i momenti d’oro, quelli grigi e quelli proprio neri, in cui però la Casa, ormai sull’orlo della bancarotta, ha sempre trovato un modo per salvarsi e risollevarsi, qualcuno, una persona od un gruppo industriale, disposto a credere e a scommettere sulle potenzialità di Aston Martin. Una cosa che ancora oggi tanti i grandi nomi del settore sembrano intenzionati a fare>>.
Come già in Leggera come una Lotus, non mancano poi nel libro aneddoti, curiosità, ed un elenco delle Aston Martin prodotte nei suoi primi cento anni di attività.
Il libro si può acquistare nei principali bookstore on-line oppure contattando la casa editrice Media Consultants Srl (info@mediacff.com).

———
“Aston Martin – Un secolo granturismo”
Autore: Paolo Ferrini
Pagine: 136
Dimensioni: 20 x 29 cm
Copertina: brossura
Prezzo: 25 euro