Nato l’8 giugno 1892 a Graffignana, vicino a Lodi,  Giuseppe Campari può essere definito milanese d’adozione. Rino Rao ci fa conoscere questo giovanotto innamorato della meccanica che a 18 anni, viene assunto dall’ Alfa e alla scuola di Giuseppe Merosi, impara e si distingue per perizia e attaccamento al lavoro. Da questo atteggiamento il soprannome “ el Negher”
Il volume ripercorre le varie tappe della carriera del pilota, che ben presto riesce a primeggiare. Rao con grande immediatezza e realismo ci fa vivere l’epopea del periodo Jano, il progettista della P2 che Campari porta alla vittoria nel  GP di Francia nel 1924. Poi le vittorie si susseguono ininterrotte: per tre volte vince la  Coppa Acerbo, due volte la Mille Miglia, due volte è campione nazionale, con vittorie ai GP  di Francia e d’Italia, senza contare le vittorie in gare minori e piazzamenti di livello.
La morte lo coglie il 10 settembre 1933 sulla pista amica di Monza, in occasione del  GP d’Italia mentre era in testa, insidiato da Borzacchini, che muore anche lui nello stesso incidente. Quella tragica giornata ci viene raccontata da Rao con toni di grande partecipazione.
Il volume sulla vita di Campari si legge come un romanzo, che via via  avvince il lettore, grazie ad una miriade di notizie di contorno e di  richiami storici a piè di ogni pagina.
Non mancano riferimenti importantissimi che illustrano in quale contesto, anche politico, si svolgessero le corse in quegli anni, una quasi storia d’Italia dal 1910 al 1933.
Importantissime le appendici che comprendono: curriculum sportivo di Campari, curriculum di piloti, collaudatori e manager, le auto di Campari, bibliografia, fonti iconografiche e indice dei nomi. Un volume di consultazione, da tenere sottomano.
———-
Giuseppe Campari “ El Negher”
di Rino Rao 
Formato cm. 21×29,7 
Pagine 416 (copertina cartonata) 
Edizioni Asi Service  
Prezzo € 29,00.