Sono circa 400 le novità contenute nella 59ma edizione della guida Michelin Italia, che propone ai lettori oltre 6.500 esercizi distribuiti su più di 2.000 comuni. Si conferma anche quest’anno il costante aumento dei ristoranti e ristoranti di albergo che offrono un pasto semplice ad un prezzo inferiore a 25 €, con una impennata percentuale importante rispetto alla scorsa edizione: 940 i ristoranti e ristoranti d’albergo che offrono un pasto semplice a meno di 25 €, circa il 30% in più rispetto allo scorso anno. Ristoranti che si distinguono per l’alta qualità 2.722 presenti in guida hanno tutti superato la rigorosa selezione effettuata dagli ispettori Michelin. Tra questi, vengono segnalati 623 ristoranti che si distinguono per l’alta qualità, con il simbolo Bib Gourmand o  Stelle.
Continua la crescita del numero dei ristoranti Bib Gourmand nel nostro Paese: dal 2010 ad oggi + 25%.
Il lavoro di ricerca degli ispettori Michelin ha fatto emergere un trend in crescita di ristoratori che, pur in un momento economico non favorevole, non rinunciano alla qualità, ma anzi la rendono più accessibile.  Sono 294 i Bib Gourmand, 36 le novità. Il simbolo indica gli esercizi che propongono una cucina di qualità, spesso a carattere tipicamente regionale, con un menu completo a meno di 30 € (35 € nelle città capoluogo e nelle località turistiche importanti).
Boom di stelle per una guida che registra un altro record. La selezione 2014 si arricchisce di un nuovo ristorante tre stelle: fa il suo ingresso nell’Olimpo il ristorante Reale, del talentuoso chef Niko Romito, il giovane chef ha incuriosito gli ispettori Michelin con lo straordinario stile di cucina, uno chef dotato di forte personalità, che dona un tocco distintivo ad ogni piatto. Nelle sue presentazioni minimali cela sapori intensi, netti e in perfetto equilibrio, che rivelano una grande tecnica e un’anima radicata nel territorio.
La selezione effettuata dagli ispettori della guida Michelin ha individuato su tutto il territorio nazionale 33 novità,  per un totale di 329 ristoranti stellati.
Anche in questa edizione spiccano molti giovani talenti, ai quali viene assegnata per la prima volta o aggiunta l’ambita stella. Tra le novità, infatti, 1/3 degli chef ha un’età inferiore ai 35 anni, 2 di loro hanno 29 e 30 anni. Le tre novità sono state assegnate ai ristoranti Devero, chef Enrico Bartolini, Locanda Don Serafino, chef Vincenzo Candiano, entrambi trentaquattrenni, e a Villa Feltrinelli, chef Stefano Baiocco, quarantenne.
La Guida Michelin Italia 2014 offre una selezione dei maggiori alberghi per ogni fascia di prezzo, in grado di soddisfare le esigenze di ognuno. Sono 3.841 gli alberghi (circa 200 novità), suddivisi in 6 categorie di confort: 38  Gran lusso e tradizione, 242 Gran confort, 1.071 Molto confortevole, 1.427 Di buon confort, 655 Abbastanza confortevole, 408 Forme alternative di ospitalità (agriturismi, B&B, residenze d’epoca).