La velocità nella circolazione stradale costituisce l'elemento che aggrava gli effetti di ogni incidenti anche se essa non ne sia causa diretta. Occorre infatti ricordare che la forza d'urto (energia cinetica) generata da un veicolo in movimento è proporzionale al quadrato del valore della velocità.
Le implicazioni per la circolazione stradale sono rilevanti e il legislatore, nel Codice della Strada, vi ha dedicato due articoli, l'uno per la moderazione della velocità (art. 141) e l'altro sui limiti di velocità (art. 142).
La pubblicazione affronta entrambi gli aspetti e si sofferma in particolare sulle tematiche relative ai dispositivi per la misurazione della velocità con l’analisi di tutte le tipologie di dispositivi omologati e le implicazioni di ordine giuridico connesse al loro uso.
Alla stesura del testo oltre a Giandomenico Protospataro e a Giuseppe Franco del ministero dell'Interno hanno collaborato Francesco Mazziotta e Roberto Serino della divisione del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che si occupa proprio di omologazione dei dispositivi.
Completano la pubblicazione un contributo di Ubaldo Sterlicchio sulla velocità negli incidenti e un'ampia rassegna di giurisprudenza in materia.
———-
Velocità nella circolazione stradale
Autori vari
Edizioni Egaf
Pagine 240
Formato 16.7 x 24.5
Prezzo € 16,00