Il libro analizza la creazione della Fiat 1800, 2100 e 2300, vetture degli anni settanta della famosa casa torinese, realizzate per una clientela che cercava eleganza, razionalità ed affidabilità interpretando le tendenze stilistiche e tecniche dell’epoca. La narrazione è arricchita da fotografie tratte da cataloghi pubblicitari e dagli spaccati del motore. Curata anche la parte riguardante le versioni speciali allestite da Pininfarina, Vignale, Savio e alle versioni prodotte dalla Seat, casa automobilistica di cui all’epoca la Fiat deteneva una piccola quota.