Milano – La C3 è il modello best-seller di Citroen. Un best-seller totalmente reinventato a partire dall’auto manifesto del nuovo corso della Casa francese, ovvero la C4 Cactus. E un best-seller reinventato con successo, che solo in Italia, dall’inizio del 2017, ha venduto più di 30.000 unità ed è stata eletta “Auto Europa 2018”. Ma quali sono i motivi del successo della nuova C3?

Il design è molto audace e di carattere, con linee arrotondate ereditate dalla versione precedente ma reinterpretate in modo nuovo e più mascolino. Il frontale è rialzato, dando una sensazione di maggior robustezza, e nella vista laterale si nota l’affinità maggiore con la C4 Cactus, ovvero gli Airbump, la soluzione tecnica esclusiva di Citroen per proteggere l’auto dai piccoli urti quotidiani. Un design di carattere, con le giuste dimensioni per muoversi in città: lunghezza 3,99 metri, larghezza 1,75, altezza 1,47 metri e un volume del bagagliaio, di base, di 300 litri.

Back
Next

Motori efficienti

A contribuire al successo della nuova C3 ci sono anche le motorizzazioni di ultima generazione benzina PureTech e diesel BlueHDi. Il cambio manuale è disponibile sui motori a 3 cilindri benzina da 68, 82 e 110 cv, e con i diesel BlueHDi da 75 e 100 cv. In alternativa, c’è il cambio automatico EAT6. La versione del mio long test è stata quella PureTech da 110 cv proprio con il cambio automatico a 6 rapporti. Di chilometri ne ho macinati parecchio, quasi 700, e i consumi al termine della prova si sono attestati a 15,3 km con 1 litro di benzina. Un po’ sottotono il cambio EAT6, che probabilmente su questa motorizzazione non esprime il massimo: in fase di richiamo della marcia, infatti, si avvertono dei fastidiosi vuoti di potenza.

Back
Next
REVIEW OVERVIEW
Design
8
Posto Guida
8
Plancia e Comandi
8
Infotainment
8
Finiture
7
Equipaggiamento
8
Comfort
8
Motore
7,5
Cambio
7
Sterzo
8
Freni
8
Stabilità
7,5
SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.