Dopo quasi 1.000 km di prova devo ammetterlo: la Opel Karl mi piace. Non che avessi qualche pregiudizio di sorta, ma di fronte (o meglio, dentro) una city car mi trovo sempre un po’ a disagio. La riuscita di un modello come la Karl, però, di cui avevo già avuto un’ottima prima impressione in occasione della presentazione internazionale ad Amsterdam dello scorso giugno, è cosa rara.

Forse c’è un pizzico di esagerazione, ma se si considerano alcuni elementi la conclusione non può che essere una: la Opel Karl è la citycar per eccellenza. Senza scomodare un difficilissimo competiror come la smart, che meriterebbe una categoria a sé, l’offerta che mette a disposizione la Karl le permette di prendersi una posizione di privilegio tra le piccole cittadine.

LEGGI ANCHE: La nuova smart fortwo cabrio in arrivo a marzo.

Iniziamo dal prezzo: 13.770 euro. Il long test tra le strade del messinese di più di due settimane e quasi 1.000 km lo abbiamo fatto con l’allestimento Cosmo dotato dei seguenti equipaggiamenti (alcuni di serie, altri a richiesta): airbag frontali e laterali lato guida e passeggero, airbag a tendina 1° e 2° fila, sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici, clima elettronico, cruise control, alzacristalli elettrico posteriore, vetri posteriori oscurati, tappetini in velluto, sensori di parcheggio posteriori.

Considerato che la Opel Karl è disponibile solo a 5 porte e solo con il motore 1.0 benzina da 75 cv abbinato al solo cambio manuale a 5 rapporti, la vera scelta è sugli allestimenti e il prezzo della piccola Opel che abbiamo avuto in prova è uno dei migliori nella categoria.

Il tutto si unisce a un’auto piccola ma spaziosa e dall’estetica esaltata da una vivace gamma colori (il nostro era il Fresh Green Lime). Insomma, un’accattivante 5 porte lunga solo 3,68 metri, alta 1,48 metri e in grado di ospitare fino a cinque persone. Sviluppata pensando alla funzionalità e alla versatilità, il sedile del guidatore e il piantone dello sterzo sono regolabili in altezza. Il sedile posteriore abbattibile nella configurazione 40:60 permette di avere un ampio spazio di carico: con gli schienali abbattuti, la Karl offre un volume massimo fino alla linea del tetto di 1.013 litri.

Dotata del pacchetto ecoFlex a richiesta, composto da spoiler anteriore aerodinamico, spoiler posteriore e pneumatici a bassa resistenza al rotolamento, i consumi dichiarati della Opel Karl si attestano a 4,3 l/100 km. I nostri, relativi alla versione in prova e a un utilizzo quotidiano durato 20 giorni su strade urbane, extra-urbane e autostrada, li potete leggere nella pagella qui sotto.

pagella prova su strada opel karl

A sorprendere della Opel Karl sono anche le numerose funzioni di sicurezza e comfort. Accanto a dotazioni di serie come ABS, controllo della trazione, controllo di stabilità e sistema di assistenza alla partenza in salita, infatti, la compatta di Casa Opel può vantare un’ulteriore funzione di sicurezza come l’allerta in caso di superamento involontario dei limiti di carreggiata, il Lane Departure Warning (optional sul primo allestimento n-Joy e standard su Cosmo): utilizzando i sensori della telecamera anteriore che tengono la strada sotto controllo, il sistema attiva un segnale acustico e un’icona gialla lampeggiante sul cruscotto se si lascia involontariamente la propria corsia di marcia.

Utilissimo in città, ancor più se ci si ritrova come noi a testarlo per le vie di un piccolo paese affacciato sul mare come Villafranca Tirrena, è la modalità City del servosterzo con assistenza variabile in funzione della velocità, attivabile premendo un tasto, che riduce la resistenza dello sterzo rendendo così più facili le manovre negli spazi particolarmente stretti.

Nell’allestimento Cosmo, la Opel Karl comprende di serie la radio R300 BT, porte Aux-in e USB, connettività telefonica Bluetooth e streaming audio. Si può aggiungere il DAB+ (Digital Audio Broadcasting), che aumenta notevolmente la scelta dei programmi e la qualità acustica. La nostra ne era sprovvista, ma sulla Karl è possibile anche ordinare il sistema IntelliLink di nuova generazione che permette di portare a bordo le app del proprio smartphone usando Android Auto e Apple CarPlay.