Luca de Meo insignito del titolo di “Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana”

Entrato nel Gruppo VW nel 2009, è membro del Board di Audi con responsabilità globale per vendite e marketing. Il riconoscimento per i meriti nel rafforzamento della collaborazione italo-tedesca e per l’impegno a sostegno della promozione di iniziative di grande valenza socio-culturale per la collettività italiana in Germania.

media-Luca de Meo 2015

Luca de Meo, membro del Board di Audi con responsabilità globale per vendite e marketing, è stato insignito di uno dei più alti riconoscimenti onorifici dello Stato Italiano conferito dal Presidente della Repubblica per particolari meriti in ambito scientifico, culturale, economico e sociale.

De Meo ha ricevuto ieri l’onorificenza dalle mani dell’Ambasciatore d’Italia in Germania, Pietro Benassi, che motiva così la scelta: “È il riconoscimento dell’Italia non solo per i meriti nel rafforzamento della collaborazione italo-tedesca in un settore portante delle relazioni bilaterali tra i due Paesi, ma anche per l’impegno a sostegno della promozione di iniziative di grande valenza socio-culturale per la collettività italiana in Germania”.

Entrato nel Gruppo VW nel 2009, in tempi recenti de Meo ha dato un contributo sostanziale all’interno del Gruppo per diffondere il principio della formazione professionale duale, pensato per coinvolgere, in modo inedito in Italia, istituti scolastici e aziende. Anche la decisione di produrre il nuovo Suv Lamborghini in Italia è stata sostenuta personalmente e con forza da de Meo nei colloqui intercorsi con il Governo Italiano, un’operazione che ha permesso di creare 500 nuovi posti di lavoro a Sant’Agata Bolognese.

“Andando alla scoperta del mondo non ho mai voluto dimenticare le mie origini e ho sempre cercato il modo di ricompensare la mia patria. L’Italia è e resta un polo di eccellenza dell’industria automobilistica e motociclistica”, Luca de Meo.

In qualità di responsabile globale per vendite e marketing di Audi, de Meo è anche membro del consiglio di amministrazione di Lamborghini e Ducati, nonché presidente del Consiglio di amministrazione di Volkswagen Group Italia.

Nato a Milano il 13 giugno 1967, dopo la laurea in Economia Aziendale de Meo inizia la sua carriera professionale nell’industria automobilistica, assumendo posizioni dirigenziali nei settori vendita e marketing di Renault, Toyota e del Gruppo Fiat.