Luca de Meo: “Seat svilupperà la tecnologia a metano per il Gruppo VW”

Il presidente Seat sottolinea l’importanza del metano nell’industria automotive: “Non dev’essere considerata come una tecnologia ‘ponte’, ma come una reale alternativa a lungo termine”. In Spagna l’impegno a costruire 300 distributori entro il 2020.

Luca de Meo, presidente Seat

“Il gas naturale destinato ai veicoli rappresenta un enorme potenziale di affari, sia per l’industria dell’auto, sia per la stessa industria del gas”. Ha parlato così il presidente della Seat, Luca de Meo, in occasione dell’inaugurazione del VI Convegno GASNAM tenutosi a Madrid. Marchio di riferimento all’interno del Gruppo Volkswagen in termini di strategia per il metano, sarà la Seat, come ha annunciato lo stesso presidente, a sviluppare la tecnologia CNG per l’intero Gruppo nel suo Centro Tecnico di Martorell.

De Meo ha definito questa tecnologia “un’alternativa sostenibile e profittevole rispetto alle alimentazioni tradizionali e alle vetture elettriche. Il bello della tecnologia a metano è che esiste già, non sono necessari grandi investimenti”. Per questi motivi, “il metano non dev’essere considerato soltanto come una tecnologia ‘ponte’, bensì come una reale alternativa a lungo termine.

Sui vantaggi del metano, Luca de Meo ha ricordato la possibilità di circolare anche in condizioni di restrizioni del traffico, la velocità del rifornimento (che si attesta intorno ai tre minuti) e il vantaggio economico, con un risparmio al momento del rifornimento che si attesta al 55% rispetto alla benzina e al 30% rispetto al diesel.

Per quanto riguarda lo sviluppo della tecnologia a metano, il presidente Seat ha ribadito che il futuro del CNG passa attraverso “la cooperazione tra concorrenti, istituzioni e altre aziende, in modo da creare un ecosistema e far sì che il metano diventi un’alternativa all’elettrificazione. È fondamentale che aumentino gli investimenti per i punti di rifornimento, perché avere la tecnologia e il mercato non serve a nulla senza una rete di infrastrutture in grado di rispondere alle necessità dei cittadini”, ha sottolineato de Meo, confermando come Seat stia già collaborando con diversi partner per rendere disponibili in Spagna 300 punti di rifornimento entro il 2020.

Seat ha iniziato a puntare sulla tecnologia a metano con la Mii e la Leon, e più recentemente anche con la Ibiza. La sua è la gamma di vetture a metano più ampia d’Europa e del Gruppo Volkswagen, ed entro la fine di quest’anno si amplierà con la Arona TGI, il primo Suv a metano al mondo. Con quasi 2.000 unità vendute nel 2017, l’Italia è il primo mercato per vetture a metano di Seat.