Mahindra e Ford hanno raggiunto un accordo per un’alleanza strategica, da un lato per rafforzare la presenza dell’Ovale Blu sul mercato indiano e dall’altro per favorire l’espansione di Mahindra nei mercati emergenti.

“Ford è già presente in India, ma questa alleanza può aiutarci a offrire veicoli e servizi migliori, crescendo in modo vantaggioso nel quinto maggiore mercato automobilistico al mondo – ha detto Jim Farley, vice presidente esecutivo Ford e presidente di Global Markets -. Il memorandum d’intesa ci permetterà di lavorare insieme per approfittare dei cambiamenti in corso nell’industria automobilistica. L’enorme potenziale di crescita del mercato dei Suv e la crescente importanza della mobilità e dei veicoli elettrici a basso costo sono tutti allineati alle nostre priorità strategiche”.

Le aree di potenziale cooperazione tra Ford e Mahindra includono programmi di mobilità, progetti di veicoli collegati in rete, elettrificazione, “sourcing” ed efficienza commerciale. Gruppi di lavoro delle due società collaboreranno e lavoreranno per un periodo massimo di tre anni, al termine del quale si deciderà ogni ulteriore cooperazione.

I cambiamenti con i quali si sta confrontando l’industria automobilistica mondiale sono innescati dalla rapida introduzione di nuove tecnologie, politiche di sostenibilità e nuovi modelli di mobilità urbana condivisa – ha detto Pawan Goenka, amministratore delegato del gruppo Mahindra & Mahindra -. Questi cambiamenti ci suggeriscono l’esigenza di anticipare nuove tendenze del mercato, esplorare alternative e cercare modi per collaborare attraverso sinergie che ci consentano un rapido sfruttamento di nuove ed interessanti opportunità. L’accordo tiene conto anche della passata collaborazione con Ford e apre opportunità per entrambi”.

Da 70 anni Mahindra è leader sul mercato indiano dei veicoli industriali e detiene la maggioranza della coreana Ssangyong. Nel 1995, Ford è stata una delle prime industrie automobilistiche mondiali ad affacciarsi sul mercato indiano, dove oggi si trova la seconda maggiore sede mondiale di dipendenti Ford (oltre 14.000).