Dopo il positivo dato italiano, arriva la conferma anche dall’Europa: il mercato auto è in ripresa. L’Unione Europea nel 2017 ha fatto registrare infatti 15.137.732 immatricolazioni, con una crescita del 3,4% sul 2016. Tutti in crescita i diversi Paesi dell’Unione, ad eccezione del Regno Unito e dei tre piccoli mercati di Finlandia, Danimarca e Irlanda.

Dei 28 Paesi dell’Unione giocano un ruolo decisamente dominante cinque grandi mercati, che nel 2017 con 11.298.055 immatricolazioni si sono aggiudicati il 75% delle vendite. Volendo fare una classifica, il mercato più importante si conferma quello della Germania (3.441.262 immatricolazioni), ma il mercato più dinamico è invece quello italiano, con un tasso di crescita del 7,9%.

Da segnalare le buone performance dei Paesi dell’Est, che crescono quasi tutti a due cifre, e le crescite del mercato greco (+11,7%) e del mercato portoghese (+7,1%), che insieme a Italia e Spagna sono stati particolarmente colpiti dalla crisi delle immatricolazioni innescata dal crollo dell’economia nel 2007.

I brand italiani hanno registrato in Europa, nell’intero 2017, 1.044.714 immatricolazioni, con un rialzo del 5,2% rispetto al 2016 e una quota di mercato che passa dal 6,6% al 6,7%. Andamento positivo per Fiat (+4,5%), Jeep (+3,5%) e soprattutto Alfa Romeo (+29,5%).