Continua la serie di crescite mensili a due cifre iniziata a gennaio 2015 con un settembre 2016 più che positivo per il mercato italiano dell’auto. Le immatricolazioni sono state 153.617, un incremento del 17,43% rispetto allo scorso anno.

“Il risultato di settembre conferma la nostra previsione di un mercato quest’anno vicino a 1.850.000 immatricolazioni, con una crescita a doppia cifra migliore delle aspettative di inizio anno”, Massimo Nordio, presidente Unrae.

Quanto al mercato, spiccano le performance di noleggio e società. Il primo cresce nel complesso del 38,4%, raggiungendo il 17% di quota, le società segnano un sostanzioso incremento del +16,5%, al 23,3% di quota. Dal canto loro, gli acquisti delle famiglie incrementano i propri volumi del 4,8%, scendendo in quota al 59,7%.

Sul fronte delle alimentazioni, buona crescita a doppia cifra per le vetture diesel (+24,8%), benzina (+17,1%), ibride (+44,5%) ed elettriche (+64,4%). Continuano a contrarsi, invece, le vendite di GPL (-8,3%) e soprattutto di vetture a metano (-45,2%), che si fermano a rappresentare appena un 2% del totale mercato.

Dall’analisi per segmento emerge un buon andamento di crescita per tutti, ad eccezione dell’alto di gamma. Anche le city car registrano un rallentamento, crescendo a settembre appena del 2,5%. L’unica flessione interessa solo i coupé.

“I livelli di immatricolazioni di settembre 2016 non si toccavano, per questo mese, dal 2010”, Aurelio Nervo, presidente di Anfia.

I marchi di FCA (escludendo Ferrari e Maserati) totalizzano nel complesso 44.602 unità nel mese (+20,5%), con una quota di mercato del 29% contro il 28,3% di un anno fa. Riportano risultati positivi Fiat (+16%), Alfa Romeo (+47,2%), Lancia/Chrysler (+18,4%) e Jeep (+46,1%). Performance in crescita anche per Ferrari (+23,1%) e Maserati (+114,6%).

Cinque le vetture italiane nella Top Ten delle vendite di settembre. Si mantiene in testa alla classifica la Fiat Panda (12.207 unità), seguita nuovamente da Lancia Ypsilon (5.320) e Fiat 500L (4.881), che guadagna due posizioni rispetto al mese precedente. In quinta posizione la Fiat 500 (4.125), in risalita di tre posti rispetto al top ten di agosto, mentre in ottava posizione troviamo la 500X (3.537).

“Il risultato di settembre riassume l’intero ultimo trimestre in cui si sono alternate promozioni efficaci ma anche importanti dosi di km 0, dietro cui si nasconde la necessità di conseguire gli ‘ambiziosi’ obiettivi di quota delle Case. Ottimo anche l’effetto del superammortamento del 140% messo a disposizione dal Governo al mondo delle partite Iva”, Filippo Pavan Bernacchi, presidente di Federauto.