Ad agosto sono state immatricolate 83.363 autovetture, con una crescita del 15,8% sullo stesso mese del 2016. Era dal 2009, anno degli ultimi incentivi quando si immatricolarono 85.000 unità, che non si registrava un mese di agosto così vivace. Dall’analisi della struttura del mercato, le vendite del mese di agosto per alimentazione vedono un incremento delle auto a benzina (+12%), diesel (+13%) e soprattutto ibride ed elettriche, che registrano rispettivamente incrementi del 90% e del 117%. Per le elettriche, in ogni caso, si tratta sempre di numeri poco significativi, con una media mensile per il 2017 di appena 156 unità.

Le marche nazionali totalizzano nel mese 24.133 immatricolazioni (+15,3%), con una quota di mercato del 29%. I marchi di Fca (escludendo Ferrari e Maserati) totalizzano 24.000 immatricolazioni (+15,6%): andamento positivo per Fiat (+12,7%), Alfa Romeo (+35,6%), Lancia/Chrysler (+14,4%) e Jeep (+22,8%).

Ad agosto, sono sette i modelli italiani nella Top Ten delle auto più vendute, con Fiat Panda instancabilmente in testa (4.701 unità), seguita da Fiat Tipo (3.259) e Lancia Ypsilon (2.834). Al quinto posto troviamo la Fiat 500L (2.082), al sesto la Fiat 500 (1.968), all’ottavo la Fiat Punto (1.794) e al decimo la Fiat 500X (1.705).

Analizzando i segmenti di mercato, invece, si rileva la flessione dell’alto di gamma che cala a doppia cifra (-20,3%), a fronte delle ottime performance dei segmenti C-medie (+21,6%) e D-medie superiori (+17,7%); il segmento B–utilitarie cresce sostanzialmente quanto il mercato. Segno positivo per tutte le carrozzerie: in particolare per i monovolumi grandi (+42,4%) e per i crossover (+37,9%).