A maggio sono state immatricolate in Italia 199.113 autovetture, con una contrazione rispetto allo stesso mese del 2017 del 2,8%. Poteva andare peggio. Perché sulla propensione all’acquisto hanno certamente influito l’interminabile vicenda della formazione del nuovo Governo, l’impennata dello spread e una serie di cattive notizie sul fronte dell’economia, tra cui l’ulteriore rallentamento della ripresa del Pil.

“Nonostante questi elementi sfavorevoli – spiega Gian Primo Quagliano, presidente del Centro Studi Promotor – le immatricolazioni hanno fatto registrare una contrazione modesta. Le ragioni stanno essenzialmente nella sostanziale tenuta delle vendite a privati, anche se non si vanno attenuando le preoccupazioni legate al futuro del diesel, che già nei mesi scorsi avevano avuto un impatto negativo”. Il risultato di maggio è comunque coerente con quello del primo quadrimestre, in cui emerge una sostanziale stasi del mercato sui livelli dell’anno scorso.

Inoltre, “prosegue nel mese il trend di decrescita delle alimentazioni diesel – commenta Aurelio Nervo, presidente di Anfia – un fenomeno ancora più accentuato in Paesi come Germania, Regno Unito e Spagna. Le vetture ad alimentazione alternativa, al contrario, conquistano a maggio il 13% del mercato, grazie a un aumento delle vendite del 16%”. Analizzando le fonti di alimentazioni, a maggio sono tutte in crescita tranne Gpl e diesel, che registrano un calo tendenziale del 10%. Il diesel, non aveva una quota di mercato così bassa da ottobre 2012.

Guardando ai brand nazionali, a maggio totalizzano 55.495 immatricolazioni (-8%), con una quota di mercato del 27,9%. Nuovamente sette i modelli italiani nella top ten delle auto più vendute, con la Fiat Panda sempre in testa alla classifica. Al terzo posto la Jeep Renegade, che sale di quattro posizioni, al quarto la Lancia Ypsilon, al quinto Fiat 500L, in settima posizione la Jeep Compass, in ottava la Fiat Tipo e al nono la Fiat 500X.

Secondo le elaborazioni di Federauto, le immatricolazioni degli ultimi tre giorni di maggio hanno rappresentato oltre il 41% del totale del mese, superando gli 81.000 pezzi, mentre le auto-immatricolazioni di Case e concessionari, secondo le stime Dataforce, sono state il 13%.

SHARE
Arturo Salvo
Giovane, carino e in cerca di fortuna. Legge in continuazione, di conseguenza sente l'esigenza di dover scrivere. Ha un cane, un gatto e un pappagallo. Citazione preferita: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza".