Bologna – In calo in ottobre le vendite di veicoli commerciali in Italia. Secondo l’Acea, che ha diffuso oggi i dati relativi all’Europa (UE27+EFTA), nel mese scorso nel nostro Paese sono stati venduti 13.319 veicoli commerciali con portata fino a 3,5 tonnellate. Rispetto allo stesso mese del 2010 il calo è del 3,8%. Il consuntivo dei primi dieci mesi dell’anno chiude invece a quota 146.742 veicoli venduti con un calo dell’1,7%. L’andamento del mercato dei veicoli commerciali è decisamente migliore di quello delle autovetture, anche se ovviamente è penalizzato dal quadro congiunturale particolarmente difficile.
Secondo il Centro Studi Promotor GL events l’intero 2011 dovrebbe chiudere in calo di circa il 2,5%. La domanda di commerciali, dopo un forte calo nel 2009 e un discreto recupero nel 2010, nel 2011, secondo i dati Acea, ha dunque dimostrato una discreta tenuta che ha consentito di contenere i danni dell’avversa congiuntura.
L’Acea ha diffuso anche i dati sulle immatricolazioni dei veicoli medi e pesanti per trasporto merci (oltre 3,5  tonnellate di portata) e di autobus. L’andamento del mercato italiano, secondo questa fonte, è abbastanza  positivo per i veicoli per il trasporto merci medi e pesanti, veicoli  che fanno registrare un incremento di vendite  dell’0,7% in ottobre e del 6,8% nei primi dieci mesi dell’anno. Decisamente positivo poi è l’andamento degli acquisiti di autobus che mettono a segno incrementi del 17,6% in ottobre e del 30,5% nei primi dieci mesi del  2011. Va tuttavia precisato, per gli autobus, che questi mezzi non risentono per ora dell’avversa congiuntura in quanto le loro vendite sono legate soprattutto a commesse pubbliche programmate generalmente da molto tempo. (ore 12:36)