Chevrolet, la vocazione per il Gpl

Chevrolet, la vocazione per il Gpl

Roma – Chevrolet, primo costruttore in Italia a proporre già dal 2007 versioni a Gpl con omologazione diretta della Casa (la cosiddetta “Fase 2”) e leader tra i marchi esteri nel segmento con questa alimentazione, oggi offre una ricca gamma Gpl che comprende 4 modelli e 8 versioni e allestimenti per soddisfare ogni esigenza: dalla city car Spark alla compatta Aveo, dalle berline Cruze 4 porte ed Hatchback al crossover 7 posti Orlando.
<<Chevrolet ha sempre creduto nel Gpl per via del suo indiscutibile valore sia in termini economici sia ecologici, particolarmente importanti in questo periodo di elevati prezzi dei carburanti e limitazioni al traffico cittadino – dichiara Federico Sanguinetti, presidente e amministratore delegato di Chevrolet Italia – L’interesse da parte del mercato per i nostri modelli ci incoraggia a continuare a percorrere questa strada>>.
Tutti i modelli a Gpl Chevrolet nascono dalla stretta collaborazione tra la Brc di Cherasco (Cuneo), che costruisce i componenti costituenti gli impianti Gpl, ed il Centro tecnico di Gm Korea che progetta, sviluppa e produce i veicoli da un punto di vista tecnico/strutturale,   predisponendoli per la migliore integrazione del sistema di alimentazione a Gpl.
I modelli bifuel della gamma Chevrolet adottano un impianto a iniezione multipoint garantito, come il resto della meccanica, per 3 anni o 100.000 km: un vantaggio consistente, la tutela offerta dal marchio con omologazione diretta della Casa, rispetto alle  trasformazioni after market non approvate da Chevrolet. (ore 15:49)

NO COMMENTS

Leave a Reply