Verona – Le buone performance a livello internazionale hanno permesso alla Seat di resistere alla crisi che ha colpito il mercato spagnolo nel 2011 e di perseguire i propri piani di crescita e redditività.
La Casa ha così superato il traguardo dei 5 miliardi di euro di ricavi (5.049 milioni, l’8,3% in più rispetto al precedente esercizio finanziario) grazie all’aumento delle esportazioni. Il marchio del Gruppo Volkswagen ha destinato 555 milioni di euro (7% in più dell’anno scorso) agli investimenti e al settore Ricerca e Sviluppo, perché intende ampliare la propria offerta di modelli.
<<La Seat tiene fede agli impegni presi – ha affermato il presidente James Muir -. Abbiamo migliorato tutti i nostri indicatori e quest’anno vogliamo proseguire in questa direzione>>. <<Il piano che la nostra Azienda sta seguendo – ha sottolineato Holger Kintscher, vicepresidente esecutivo Seat per il settore Finanza e Organizzazione – è stato stilato in un’ottica mirata alla redditività. Abbiamo continuato ad aumentare i margini e a ottimizzare i costi, e questo ci ha permesso di migliorare i nostri risultati. Inoltre abbiamo assunto più di 1.000 collaboratori e investito 555 milioni di euro per consolidare il nostro futuro. Siamo sulla strada giusta>>.
Il risultato è frutto quindi dell’incremento di vendite e delle esportazioni, rispettivamente del 3,1% e dell’11,4%. Il rialzo delle esportazioni è stato particolarmente significativo in Germania (+20,9%), Francia (+14,6%), Regno Unito (+9,6%) e Italia (+6,5%), oltre ad un incremento delle vendite del 35,4% in Messico e del 35,6% in Nord Africa e Medio Oriente.
Seat continuerà quindi ad ampliare la propria gamma con nuovi modelli, entrando in nuovi segmenti, mettendo in atto la più grande offensiva di prodotto in tutta la storia della Marca. La supercompatta Mii e la nuova Ibiza saranno affiancate dopo l’estate dalla nuova Toledo, presentata in anteprima al recente Salone di Ginevra, e dalla Leon 5 porte, in arrivo entro fine anno. Quest’ultima sarà la prima vettura Seat ad essere costruita sulla base dell’innovativo pianale modulare trasversale (MQB) del Gruppo Volkswagen, che permette di risparmiare su costi e tempi di produzione.
<<Quest’anno lanceremo un’offensiva di prodotto senza precedenti – sottolinea il presidente James Muire allo stesso tempo faremo il nostro ingresso ufficiale nel difficile ed entusiasmante mercato cinese. Ci attende un anno di lavoro intenso, su tutti i fronti, e di buone notizie>>. (ore 14:40)