Gerno di Lesmo (MB) – Yamaha TMax 530, bicilindrico di Iwata re incontrastato del segmento maxi scooter sin dalla sua nascita avvenuta 11 anni fa, nella prima metà del mese di aprile ha già superato il ragguardevole risultato di 4.000 unità immatricolate dall’inizio del 2012.
Su un totale del mercato due ruote targati (moto + scooter, esclusi i 50cc), Yamaha TMax 530 si attesta quasi 7% dello stesso, confermandosi il due ruote in assoluto più venduta d’Italia, arrivando a superare quota 10% nel segmento scooter targati, area nella quale vede praticamente doppiare il risultato di immatricolazioni del secondo mezzo in classifica, un ruote alte 150cc dal prezzo di listino pari ad un terzo di quello del nuovo Yamaha Tax 530.
Caratteristiche quali il nuovo motore da 530 cc, il telaio in alluminio in cui è direttamente incastonato il motore stesso, la nuova trasmissione a cinghia, il nuovo forcellone posteriore pressofuso in alluminio, la nuova posizione di guida, le reattive sospensioni che aumentano maneggevolezza ed agilità di guida su ogni tipo di superficie e l’aggressivo design di stile motociclistico hanno contribuito a scrivere un nuovo capitolo dell’ormai infinita storia di successo di Yamaha TMax, confermandolo come il mezzo di spostamento a due ruote in assoluto più amato dagli italiani.
<<L’ottimo risultato di vendita per il nuovo Yamaha TMax 530 conferma come anche in un periodo come quello che stiamo vivendo è possibile conquistare la clientela grazie ad un pacchetto che alza ulteriormente l’asticella in quanto a design, prestazioni e piacere di guida. Un livello che l’esigente Clientela italiana ha dimostrato ancora una volta di comprendere, ed apprezzare>>, è il commento di Massimiliano Mucchietto, direttore generale di Yamaha Motor Italia SpA.
——
Torino – L’anima sportiva della nuova Suzuki Gsx R1000, che ha recentemente debuttato all’Eicma di Milano con una meccanica e un telaio ancora più performanti, si arricchisce di nuovi accessori che ne sottolineano ulteriormente il carattere in pieno stile superbike. La nuova livrea ancora più aggressiva e filante, il rapporto di compressione innalzato a 12:9, la riduzione dei pesi e la diminuzione dei consumi hanno già raccolto la soddisfazione dei piloti più esigenti sempre alla ricerca di prestazioni elevate. Da oggi potranno contare anche su una vasta gamma di accessori, piccoli dettagli per personalizzare secondo il proprio estro creativo la nuova Gsx R1000 e renderla sempre più unica.
Un’ampia serie di adesivi disponibili nelle classiche cromie blue & white, black e trasparente o nella versione carbon look particolarmente racing, permette di enfatizzare l’aggressività della moto a cominciare dal cerchio, disponibile anche con logo “Gsx-R”, per passare al codino, al tappo del serbatoio e del paraserbatoio e infine alla piastra forcella.
La Gsx R 1000, nonostante la sua indole sportiva, grazie alla sua ottimale posizione di guida abbinata a sospensioni pluri-regolabili,  si conferma ancora una volta come la più turistica delle moto supersportive:  le borse magnetiche, da quella piccola con capienza pari a 7 LT a quella più grande espandibile con una capienza che varia dai 15 ai 22 LT, fino alla borsa posteriore da 22 LT,permettono infatti agili e rapidi spostamenti con un piccolo bagagliaio al seguito.
Il cupolino racing trasparente, dall’inclinazione sportiva, migliora l’aerodinamicità della moto, mentre un antifurto dedicato rassicura il proprietario da spiacevoli sorprese.
Ai codini sella, in due colorazioni differenti blue & white e black, si aggiungono inoltre i copri-specchietti e il copri-strumenti in versione carbon look, mentre la pellicola adesiva protettiva da applicare a protezione del telaio è sia nella versione trasparente sia in quella carbon look.
Disponibile inoltre un set di protezione adesiva nera per alette paratacco e un set di tappi valvole con il logo “Gsx-R” e “S Suzuki” per una maggior grinta e personalità del mezzo.
Anche il cavalletto di servizio in colore blu che favorisce la piccola manutenzione e facilita il parcheggio nel box di casa e due teli protettivi (uno da interni e uno da esterni) anch’essi brandizzati “Gsx-R” per un buon riparo della moto. (ore 14:00)