Roma – Nel primo trimestre del 2012 in Italia sono stati immatricolati 290 caravan (roulotte) e 1.543 autocaravan (camper), per un totale di 1.833 veicoli per turismo itinerante. Grazie a questo dato l’Italia si colloca al quinto posto nella graduatoria dei maggiori Paesi europei per immatricolazioni di veicoli per turismo itinerante. A precedere l’Italia in questa graduatoria sono Germania (a quota 10.897 immatricolazioni), Francia (7.503), Regno Unito (7.078) e Olanda (2.486). Questi dati derivano da un’elaborazione di Federpneus (Associazione nazionale dei rivenditori specialisti di pneumatici) su dati provenienti dalla European Caravan Federation.
Nonostante il difficilissimo quadro economico italiano ed internazionale il mercato di caravan e autocaravan in Europa ha un andamento moderatamente positivo. Nel primo trimestre del 2012 le vendite di questi veicoli sono infatti cresciute del 2,5%. E’ una buona notizia anche per il nostro Paese, perché l’industria di caravan ed autocaravan in Italia, secondo gli ultimi dati presentatati da Anfia, esporta il 58% della produzione.
Tra l’altro la quota di turisti che si muovono sulle strade italiane in caravan o autocaravan è importante e proprio in vista dell’aumento del traffico delle prossime settimane Federpneus raccomanda a coloro che utilizzano questi mezzi di trasporto per le loro vacanze di effettuare, prima di partire, un accurato controllo, in particolare dei pneumatici, la cui manutenzione (soprattutto dopo un lungo periodo di sosta) è di fondamentale importanza per ridurre i consumi di carburante (argomento di grande attualità visti i tempi di crisi economica e la forte crescita dei prezzi alla pompa) e per garantire la sicurezza. In particolare sono da controllare la pressione di gonfiaggio e le condizioni esterne dei pneumatici (per verificare lo stato di usura e l’assenza di tagli, abrasioni o altre anomalie). Per eseguire questi controlli è opportuno rivolgersi a rivenditori specialisti di pneumatici che hanno a loro disposizione le attrezzature e l’esperienza necessaria per svolgerli in tutta sicurezza.