Opel, “operazione Russia” seconda fase

Opel, “operazione Russia” seconda fase

Rüsselsheim – Opel vuole incrementare ulteriormente il proprio potenziale di vendita in Russia. E lo fa dando avvio alla seconda fase della propria offensiva. <<Registriamo un tasso di crescita di gran lunga superiore alla media – ha dichiarato Alfred E. Rieck, vice presidente Opel Vendite, Marketing e Post-Vendita nella conferenza stampa all’inizio del Salone dell’Automobile di Mosca -. Al momento cresciamo a velocità doppia rispetto al mercato. Sfrutteremo la situazione per rafforzare l’offensiva di vendita>>.
Rieck ha annunciato una significativa espansione del portafoglio prodotti in Russia, riferendosi nello specifico a segmenti in crescita come quello delle berline compatte e dei suv compatti. Opel intende quindi portare sul mercato russo, entro la fine dell’anno, modelli dall’alto potenziale di vendita come Astra Sedan 4 porte e il suv compatto Mokka.
Le previsioni di Rieck sono di 80.000 Opel vendute in Russia quest’anno, al momento il secondo mercato automobilistico in Europa dopo la Germania. Nel 2011, il marchio ha venduto 70.000 veicoli. <<Da gennaio a luglio 2012 il marchio Opel è cresciuto del 29% – ha detto Rieck -. Abbiamo grosse aspettative per Astra, che è di gran lunga il modello di maggior successo in Russia>>.
Secondo Rieck, Astra potrebbe incrementare la quota registrata nel segmento delle compatte nella prima metà dell’anno passando dal 4,4 al 6%.
Opel è presente in Russia dal 1991 e l’impressione che i clienti hanno del marchio è da sempre positiva. Grazie all’ufficio General Motors fondato nel 1992 in Russia, Opel è riuscita a consolidare gradualmente la propria posizione in questo mercato. Oggi una rete di 143 concessionari offre servizi di vendita e post-vendita.

NO COMMENTS

Leave a Reply