Ingolstadt – Con una crescita del 6,4% rispetto all’anno precedente, Audi AG ha segnato il miglior semestre della propria storia, relativamente alle vendite. Da gennaio a giugno, infatti, la Casa di Ingolstadt ha consegnato ai clienti circa 780.500 automobili; nel solo mese di giugno, con circa 140.300 auto, la crescita si è attestata al 5,5% rispetto al 2012. Particolarmente significativa è stata la performance in Cina, con vendite cresciute del 33,5%, a cui si accompagnano i risultati in Gran Bretagna (+ 14,3%) e Usa (+ 8,2%).
<<La nuova A3 e i suv Audi Q3 e Q5 hanno contribuito in maniera sostanziale alla crescita delle vendite nella prima metà dell’anno. Abbiamo superato in modo netto i risultati raggiunti nello stesso periodo del 2012, nonostante una situazione ancora più difficile in numerosi mercati strategici – commenta Luca de Meo, membro del board per vendita e marketing – Nella seconda metà dell’anno, poi, la A3 Sedan sarà disponibile nei primi mercati e avrà un ruolo decisivo nel continuare la storia di successo di questo modello>>.
La nuova A3 Sedan sarà in vendita da settembre in Europa, mentre l’introduzione sui mercati cinese e statunitense seguirà nel 2014. In entrambi questi mercati, le tre volumi sono scelte da oltre il 50% del clienti nel mercato premium.
Negli Usa, la Audi Q5 ha rivestito un ruolo significativo nel raggiungimento di risultati record: con 13.706 consegne, pari a un incremento del 8,2%, giugno 2013 è stato il secondo miglior mese nella storia dei quattro anelli negli Stati Uniti. Nei primi sei mesi, le vendite totali Audi sono cresciute del 14% (74.277 unità), mentre le consegne della sola Q5 sono aumentate del 35,2% (18.310 unità).
In Cina, la performance di giugno (44.479 auto, + 33,5% sul 2012) ha permesso di superare per la prima volta le 200.000 unità nella prima metà dell’anno: sono stati infatti 228.139 i Clienti che hanno ricevuto una Audi in questo periodo, con un incremento del 17,7% sull’anno precedente. A questo risultato ha contribuito anche la produzione locale della Audi Q3, iniziata ad aprile. A luglio, la Casa dei quattro anelli celebrerà i primi 25 anni sul mercato cinese e la indiscussa leadership di questo importante segmento premium.
In Europa, Audi ha affrontato un contesto di crescente difficoltà nella prima metà dell’anno. Le vendite complessive, pari a 383.700 unità, sono scese del 2,5% rispetto allo stesso periodo del 2012. Ciònonostante, le vendite Audi si sono rivelate più stabili del mercato nella sua interezza. Tra i mercati principali spicca la Gran Bretagna in cui le consegne complessive del Marchio di Ingolstadt ammontano a 74.051 vetture, con un incremento del 11,9% rispetto al 2012. Anche in Svizzera, la Casa tedesca continua un trend positivo che ha portato un incremento del 4,5% sul 2012, con 9.537 vetture. In Russia le vendite sono arrivate a 18.181 unità nei sei mesi, con un incremento pari al 9,8%.
Sul mercato tedesco, le vendite complessive sono scese del 4,3% a 128.345 unità e il perdurare di una situazione economica particolarmente complessa si riflette anche sui dati relativi ai mercati francese ( – 8,6%, con 30.218 auto), spagnolo (- 3,1% con 21.085 auto) e italiano.
In Italia Audi ha mantenuto una quota di mercato del 3,64%, rimasta invariata rispetto al 2012 e con un dato complessivo di 26.606 unità (- 10,34% rispetto al primo semestre 2012, fonte Unrae). Nel singolo mese di giugno, le immatricolazioni sono state 4.883, con una riduzione del 2,63% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La quota di mercato di questo singolo mese è invece pari al 4%.