Roma – Il mercato di novembre dei veicoli commerciali sembra cominciare a dare i primi segnali positivi. Secondo le stime elaborate dal Centro Studi Unrae, i dati di novembre riportano una leggera crescita del 2,2% e 9.599 immatricolazioni rispetto alle 9.395 del novembre 2012 che, va ricordato, segnò una flessione consistente pari al 29%.
A chiusura degli undici mesi dell’anno, i veicoli commerciali complessivamente venduti (autocarri con peso totale a terra fino a 3,5 tonnellate) sono stati 90.795, in riduzione del 15,2% rispetto ai 107.079 di un anno fa.
<<Il settore dei veicoli da lavoro si appresta ad archiviare il 2013 attorno alle 100.000 unità, in flessione del 13,5% rispetto allo scorso anno che pure aveva segnato un -32% rispetto al 2011 – dichiara Massimo Nordio, presidente Unrae, l’Associazione delle Case automobilistiche estere –. Il comparto è in una profonda difficoltà derivante dalla crisi economica, dalla pressione fiscale sul sistema aziende e dalla debolezza degli investimenti e dei consumi. In assenza di interventi di rilancio degli stessi e quindi delle esigenze di distribuzione delle merci, difficilmente potrà verificarsi l’auspicata inversione di tendenza del prossimo anno. Questa, infatti, potrebbe risultare solo tecnica e non strutturale, con un probabile leggero segno positivo, legato ai livelli depressi ai quali il mercato è sceso>>.
<<Per una ripresa significativa – ha concluso Nordio – è importante che si adottino interventi che consentano un adeguato rinnovo del parco, fruibili dalle imprese e dagli artigiani, anche a vantaggio dell’ambiente, della sicurezza della circolazione e di una più funzionale distribuzione urbana delle merci>>.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.